Hertha Berlino, il sogno di Ronaldo: dall'ottava serie alla Bundesliga

A settembre ha perso in amichevole col suo Club Italia per 12-0 contro l'Hertha ma ha comunque impressionato. Ora può passare dall'ottava serie alla Bundesliga.

In un'amichevole persa 12-0 contro l'Hertha Berlino ha impressionato gli osservatori

832 condivisioni 0 commenti

di

Share

Togliamoci la maschera e ammettiamolo. Ogni volta che giochiamo a calcio, anche la più inutile delle partite fra scapoli e ammogliati, la speranza è quella: l’osservatore di uno dei club più importanti della nazione che passa di lì per caso e decide di provinarci. Perfino con l’età il sogno non scompare, si modifica. Se giocate a 40 o 50 anni la speranza è quella che per qualche strano motivo, affascinati dalla vostra tecnica e dalla vostra visione di gioco, qualcuno decida (incomprensibilmente, ma quando si sogna è bello così) di nominarvi allenatore di un qualsiasi club della Serie A. Più o meno è quello che sta succedendo a Ronaldo, 19enne brasiliano in prova all’Hertha Berlino, che lo ha visto in estate durante un’amichevole che il ragazzo ha perso per 12-0. 

La storia

Ronaldo Melo Calvacante è un 19enne brasiliano sotto contratto col Club Italia, società di Berlino di ottava serie allenata dall’ex romanista Thomas Hässler. A settembre, nell’ultima sosta per le nazionali, ha giocato in amichevole contro l’Hertha Berlino che ovviamente, senza neanche spingere troppo sull’acceleratore, ha stravinto. 12-0 il risultato finale. Nonostante questo Ronaldo a centrocampo si è messo in mostra. Ora, durante la sosta per le nazionali, è stato chiamato per un provino. Il ragazzo è inevitabilmente entusiasta

È un sogno assoluto. Voglio fare quanto possibile per sfondare

Dárdai
Pál Dárdai, 40 anni

L’allenatore dell’Hertha Pal Dardai, che ha portato la squadra ad un incredibile secondo posto in classifica, ha spiegato: 

Un ragazzo per bene, ha un grande talento. Per lui non è facile giocare con noi, il ritmo è molto alto. Per ora però sono soddisfatto.

La storia è resa ancora più curiosa da un retroscena: Ronaldo è arrivato in Germania a gennaio, seguendo il padre che ha trovato lavoro a Berlino. Volendo giocare a calcio aveva fatto un provino con la BAK, altra squadra berlinese di quarta serie. Lì era stato scartato ed è sceso fino all’ottava serie col Club Italia. Gli potrebbe esser bastata un’amichevole però per fare un salto fin alla Bundesliga. Leviamoci la maschera e ammettiamolo: realizzerebbe il sogno di tutti noi…

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.