Tutta la modestia di Dybala: "Giocare come Messi è impossibile"

Il giovane attaccante della Juventus sarà titolare con la sua Argentina per la gara contro il Perù, ma rifiuta saggiamente qualunque parallelo con Lionel Messi.

751 condivisioni 0 commenti

di

Share

Negli ultimi giorni si è fatto un gran parlare di Paulo Dybala. Il periodo in chiaroscuro con la Juventus sembra essere alle spalle, dopo le ultime buone prestazioni, e la presenza di Gonzalo Higuain sembra meno ingombrante di prima: soprattutto, il Barcellona sembra averlo messo nel mirino come possibile sostituto di Sua Altezza Messi, e il c.t. dell'Argentina Edgardo Bauza ha giocato il carico a coppe, avvicinando lo stile di gioco della Joya a quello della Pulga.

Bauza
Edgardo Bauza, 58 anni

Apprezzamenti manifesti che non andranno a influire sull'immediato futuro di Dybala - che sta lavorando al rinnovo del contratto con la Juventus - ma che nel frattempo lo hanno lanciato come uomo-copertina della sfida che l'albiceleste affronterà domani in casa del Perù, valida per le qualificazioni a Russia 2018.

Il giovane attaccante bianconero, infatti, partirà dal 1' in luogo dell'infortunato Messi. Non lo si può definire un passaggio di consegne virtuale, ma di certo un bel banco di prova (e un notevole attestato di fiducia da parte dell'allenatore) dopo l'espulsione rimediata all'esordio contro l'Uruguay, il primo settembre scorso:

Quando ho visto il cartellino rosso mi è caduto il mondo addosso, era il debutto con la mia nazionale e io sono uno che viene ammonito in media due volte all'anno.

L'espulsione di Dybala
L'espulsione di Dybala nel match contro l'Uruguay

Secondo Bauza, se c'è qualcuno perfettamente in grado di sostituire il fenomeno del Barcellona, questi è proprio Dybala. Il quale, da parte sua, fa professione di umiltà:

Giocherò nella sua posizione, il che non significa che giocherò come lui. Questo perché giocare come Messi è semplicemente impossibile

Dybala fa melina anche quando i giornalisti presenti alla conferenza stampa lo pungolano sul suo ipotetico trasferimento in Catalogna nel prossimo futuro:

No, non ho mai parlato con Messi della possibilità di giocare nel Barcellona, e nessuno del Barcellona ha mai parlato con me o con il mio agente. Quello blaugrana è uno dei club più importanti al mondo, ma lo è anche quello in cui già mi trovo. La Juve ha disputato la finale di Champions League due anni fa, mi trovo molto bene qui e non sento il bisogno di andarmene da qualche altra parte

Messi e Dybala non sono soltanto compagni di squadra (per ora, solo in nazionale), ma si stimano a vicenda. E se riempire di elogi la Pulce non costa gran fatica, è significativo ciò che lo stesso Messi ha detto del giovane collega esattamente un anno fa:

Paulo è un grande calciatore, farà molto parlare di sé nei prossimi anni. Potete credermi, ha grandi qualità

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.