UFC, José Aldo non cambia idea. E prepara l'entrata nel mondo del calcio...

Il brasiliano ha confermato di voler lasciare UFC: "Neanche un match contro McGregor riuscirebbe a farmi rimanere", le sue parole rilasciate durante un'intervista.

José Aldo

562 condivisioni 0 commenti

di

Share

José Aldo Jr. (26-2) non ha nessuna intenzione di continuare la sua carriera nelle MMA. Lo ha dichiarato sia in un'intervista al canale brasiliano Combate, sia a Tap Nap Snap, altro portale che ha posto delle domande all'ex campione brasiliano. 

Mi hanno fatto combattere per il titolo ad interim, io ho accettato e vinto il match. [...] Credo che McGregor sia spaventato da me e che stia cercando di evitarmi in ogni modo, ma neanche un match contro McGregor riuscirebbe a farmi rimanere, non si tratta più di quello. Non mi interessa come andrà, voglio proseguire il mio cammino. Ad oggi, la cosa migliore per me è la risoluzione del mio contratto. [...] Ho sentito molta gente dire che non mi piace il mio contratto perché non vendo i combattimenti. Lo hanno anche detto direttamente a me e so che continuano a dirlo. Ho sentito gente dire, "José deve vendere meglio e deve vendere di più". Ma non è la filosofia con cui sono cresciuto. Il mio coach è un artista marziale. Io sono un artista marziale. Quello che facciamo comincia col rispetto. Lo sport sta perdendo quest'aspetto. La gente che vende i match oggi è gente che si mostra il dito medio, che si lancia bottiglie alle conferenze stampa o gente beccata a tirare cocaina. Ciò che sento è ciò in cui credo, io do il mio meglio dentro la gabbia. Credo che la gente voglia vedermi per le mie abilità da atleta. […] Se per essere rispettato e guadagnare il giusto bisogna fare quel genere di cose, allora questo non è più lo sport che fa per me.

aldo
Jose Aldo vincente nel suo rematch contro Frankie Edgar

Aldo fa riferimento agli spiacevoli episodi riguardanti McGregor e Diaz alla conferenza stampa di UFC 202 nella quale i due si insultarono ripetutamente tirandosi addosso delle bottigliette, e al caso Jon Jones, trovato positivo al doping da USADA prima di UFC 200. McGregor, Diaz e Jones saranno davanti alla Commissione Atletica del Nevada il 10 ottobre, due giorni dopo il match valevole per il titolo dei pesi medi fra Michael Bisping e Dan Henderson a UFC 204, occasione in cui tutti e tre gli atleti sapranno di più sulla loro sospensione. A SporTV, Aldo ha dichiarato di avere in progetto di entrare nel mondo del calcio, suo primo amore fin da bambino.

Non combatterò ancora. Se ne avessi l'opportunità, vorrei lavorare nel mondo del calcio, sport che amo. Ho sempre sognato di diventare un calciatore. Oggi so bene di non avere più l'età, né l'esperienza per giocarci. Ho l'attitudine per gli sport e mi piacerebbe iniziare da questo. Sia per il lato sportivo che per tutto il resto. 

Chiara quindi la decisione del brasiliano, non c'è alcuna chance di rivederlo nell'ottagono. Il mondo delle MMA dunque perde una delle sue stelle: forse non brillante nell'aspetto del business, ma sicuramente scintillante in quello puramente marziale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.