Barcellona e Real Madrid, che inizio stentato: come undici anni fa...

Dal 2005-06 le due grandi di Spagna non partivano entrambe così male. Molti gli infortunati, ma a Madrid si parla di crisi, mentre a Barcellona c'è Ter Stegen sotto accusa.

Barcellona e Real Madrid

442 condivisioni 0 commenti

di

Share

Prima di tutto la classifica: Real Madrid e Atletico Madrid 15 punti, Siviglia 14, Barcellona e Villarreal 13. Che c'è di strano? Sono passate sette giornate nella Liga e le grandi sono tutte lì, ai primi posti. C'è che in Spagna, si sa, Barcellona e Real hanno abituato media e tifosi a partenze sprint, quelle che ammazzano il campionato fin dai primi turni, mentre per ora sono ancora "invischiate" in mezzo alle altre.

Zidane, è già processo?

Momento difficile per Zidane

Così qualcuno ha già istituito tribunali, mediatici si intende, come a Madrid dove la parola crisi è comparsa nelle interviste a Zidane. Non è ancora stato costretto a salire sul palco degli imputati, il francese, ma la stampa non ha mancato di fargli notare come Benitez, esattamente un anno fa, avesse gli stessi punti e si sa dove è finito a espiare lo spagnolo. Zizou predica calma e sfodera diplomazia, siamo solo a ottobre, non potremo che migliorare.

Sembra difficile dargli torto: quattro vittorie, tre pareggi e zero sconfitte, dov'è il problema? Forse ci voleva il più fumantino Mourinho per una risposta meno diplomatica o, magari, sarebbe bastato anche l'ineffabile Ranieri: "Hey man, di che cosa stiamo parlando? Dillidin' dillidon': siamo primi in classifica". E poi ci sono gli infortuni, tutti in ruoli-chiave: da Marcelo a Casemiro, da Modric a James Rodriguez, per non parlare della scarsa vena realizzativa di Cristiano Ronaldo. 

Colpa di ter Stegen?

Anche a Barcellona non manca chi, dopo aver santificato Luis Enrique come il tecnico più vincente della storia, comincia a porsi delle domande. Ma la maggior parte butta la croce addosso a ter Stegen, colpevole, col suo erroraccio, di aver vanificato il tentativo di rimonta blaugrana contro il Celta Vigo. Certo gli svarioni dei portieri sono sotto gli occhi di tutti e sembrano sempre più clamorosi, ma non equivalgono al gol a porta vuota sbagliato da un attaccante? E poi anche l'infermeria del Camp Nou ha il suo bel daffare con Messi e Umtiti in riabilitazione e Rakitic sotto osservazione.

Come undici anni fa

Il Barcellona della stagione 2005-06

Sta di fatto che, a voler scomodare le statistiche, una partenza così lenta delle due grandi di Spagna non la si registrava dalla stagione 2005-2006, quando, dopo sette turni, il Real aveva 15 punti come oggi, frutto però di due sconfitte, contro Espanyol e Celta Vigo - ma guarda un po' -, mentre il Barça era messo anche peggio, essendo stato già sconfitto dall'Atletico Madrid e costretto al pari da Alaves, Valencia, Saragozza e Deportivo.

Sapete come andò a finire quell'anno? Il Barcellona vinse a mani basse con 82 punti, davanti al Real Madrid con 70. Forse ha ragione Ranieri: dillidin' dillidon'...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.