Real Madrid nel segno dell'X. Zidane: "Non è crisi ma si deve cambiare"

Quattro pareggi di fila, i Blancos fanno fatica a rialzarsi. Le cause? Gli infortuni e un Cristiano Ronaldo non al meglio. E la media punti è uguale a quella di Benitez...

Immagine di Zidane, Real Madrid

208 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quarto pareggio consecutivo tra coppa e campionato, il Real Madrid è in crisi di risultati? Difficile dirlo, di certo la squadra di Zinedine Zidane sta attraversando un momento no. Contro l'Eibar poteva esserci l’occasione per rialzarsi e tornare a correre in classifica, l’1-1 invece è un altro pezzo falso.

Il fantasma

Alla Casablanca è apparso lo spettro di Rafa Benitez. Numeri alla mano, il Real di oggi ha gli stessi punti di quello allenato dallo spagnolo all'inizio delle stagione passata: 15, frutto di 4 vittorie e 3 pareggi. Zizou non ci sta, ma questo periodo gli sta togliendo serenità. Soprattutto perché ha mezza squadra fuori con l’infermeria piena. In conferenza alza la difesa e spiega:
Non siamo in crisi, siamo solo ad ottobre, rimaniamo calmi. Qualcosa dovrà comunque cambiare, sono arrivati troppi pareggi.

La situazione infortunati

L’ultimo nome iscritto sulla lista degli indisponibili è quello di James Rodríguez. Il colombiano si è fermato durante il riscaldamento nel pre partita contro l'Eibar. Soffre di un problema muscolare, si è procurato uno stiramento di primo grado al soleo della coscia sinistra. Niente Nazionale, resterà a Madrid per le cure.
La mamma su Twitter ha espresso tutto il suo rammarico:
Impotenza... siamo forti e coraggiosi. Non abbiamo paura e non siamo scoraggiati con Dio. Il lavoro, la pazienza, la fede, tornerà più forte.
Varane, Benzema, Casemiro e lo stesso James ne avranno ancora per un po’. Ma Zidane può recuperare dopo la sosta solo Marcelo e Fabio Coentrao. E se poi al problema degli infortunati si somma anche l’avvio con il freno a mano tirato di Cristiano Ronaldo, la situazione diventa critica. Il portoghese, autore dell’assist della rete di Bale nell'ultimo turno, è fermo a 1 gol in Liga. Una partenza così non si era mai vista da quando veste la maglia blanca
Adesso la sosta arriva nel momento giusto: prima bisogna recuperare gli infortunati poi testa al Betis. L’allenatore francese spera di dare l’accelerata definitiva alla stagione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.