Cristiano Ronaldo e il calcio "Non ho ancora tanti anni, più o meno dieci"

Continua la carriera da imprenditore di CR7: ieri a Lisbona l'inaugurazione del secondo hotel della sua catena: "Devo pensare al mio futuro"

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo il pareggio casalingo con l'Eibar, il fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo ha trovato il modo migliore per dimenticare la mancata vittoria. Con il suo jet privato, è volato a Lisbona per festeggiare un altro tipo di successo, non in campo calcistico ma imprenditoriale: l'apertura del secondo albergo di lusso della sua catena Pestana CR7 Hotel. Presenti alla cerimonia di inaugurazione, oltre alla madre e al figlio del calciatore, il suo socio Dionisio Pestana, primo responsabile dell'attività, il sindaco di Lisbona Fernando Medina, e i rappresentati del mondo sportivo della città.

Cristiano Ronaldo: calciatore e imprenditore
CR7 in una nuova veste da imprenditore

La nuova struttura è uno stabilimento a 4 stelle con 82 stanze e un'unica suite, la"CR7", equipaggiata con tutte le ultime innovazioni in fatto di comfort, incluse una playstation e un paio di  occhiali per la realtà virtuale, indirizzandosi così verso una clientela giovanile. L'aspetto più curioso sono sicuramente gli svariati dettagli "personalizzati" della stella del Real Madrid: dai tappeti con le impronte dell'attaccante, a un biliardino all'entrata della hall, a uno schermo in ascensore che ripropone le tappe più importanti della sua carriera. Anche il messaggio motivazionale che si legge sul bancone della reception è in pieno stile Ronaldo: "Il tuo amore mi rende forte, il tuo odio mi rende impareggiabile." 

Il primo hotel di CR7
Negli hotel di CR7: comfort e lusso

Il Pestana CR7 Lisbona segue il modello del "primo genito", l'albergo sorto a Funchal a fine luglio: durante la presentazione, ripresa dalle telecamere di As, il proprietario della prestigiosa catena ha colto l'occasione per annunciare l'apertura nel 2017 delle prossime due strutture , a Madrid e New York, e per parlare del suo futuro.

La vita non è solo calcio. Ovviamente è la mia passione, ma devo pensare anche al futuro. Non mi restano ancora tanti anni, più o meno dieci.

Dopo quest'affermazione, accompagnata dal suo sorriso ironico e dalla risata complice dei giornalisti, CR7 ha concluso con una dedica alla città.

La mia storia come giocatore è passata per qui, per Lisbona, dove ho vissuto per sette anni. Non potevo evitare di avere un hotel in questa città.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.