Roma-Inter è anche Spalletti vs de Boer: gli opposti che si attraggono

Dall'apparenza e dagli obiettivi simili, Roma e Inter arrivano a questa sfida in modo completamente diverso. Sarà anche e soprattutto un duello tra i due tecnici.

Il tecnico dei giallorossi

67 condivisioni 0 commenti

di

Share

All'apparenza simili, eppure così diversi: Roma-Inter è anche e soprattutto Luciano Spalletti contro Frank de Boer. Le due squadre costruite con il più o meno velato intento di ricoprire il ruolo di antagonista in Serie A della Juventus e di ben figurare in Europa League, oltre all'obiettivo comune, attualmente lontano dal raggiungimento, condividono ben poco. Sicuramente la mancanza di certezze, sotto forma di costanza di risultati, è un'analogia tanto chiara quanto non desiderata da entrambi gli allenatori, che in questa 7° giornata di campionato provano a differenziare la propria identità in campo e staccarsi in classifica dall'avversario.

Roma forte contro le deboli, debole contro le forti

La Roma, dopo aver fallito l'accesso in Champions League, primo grande obiettivo stagionale, ha subìto il contraccolpo psicologico stentando in avvio di campionato. Il recente 4-0 in Europa League contro il modesto Astra Giurgiu ha entusiasmato l'ambiente che però vive costantemente di questo sali-scendi emozionale. La goleada europea, anticipata dal 40° compleanno di un infinito Francesco Totti, nasconde solamente ai non attenti le crepe di una squadra ancora in costruzione, priva di sicurezze.

Capitano e allenatore della Roma
L'abbraccio tra Luciano Spalletti e Francesco Totti

Nell'ultima giornata di campionato, infatti, il Torino ha superato agevolmente la Roma 3-1, mettendo in mostra le tante falle a livello tattico, tecnico e soprattutto psicologico della squadra allenata da Spalletti. Che lontano dall'Olimpico fatica tanto. Basti pensare che nove dei dieci punti conquistati in classifica sono arrivata in casa, figli del 4-0 all'Udinese e al Crotone, a cui va aggiunta anche la vittoria in rimonta contro la Sampdoria. Solamente un pareggio lontano dalla Capitale, a Cagliari per 2-2. 

I giallorossi segnano tanto, con 14 reti hanno il miglior attacco del campionato insieme al Napoli. Ma subiscono altrettanto, 8 sono i gol al passivo. Solo in due occasioni la porta è rimasta inviolata. A tenere banco, poi, spesso più della partita in questione, è l'impiego del capitano della Roma, omaggiato, acclamato e richiesto continuamente dal pubblico che si trasforma e infiamma quando Totti è in campo, ma che Luciano Spalletti usa con parsimonia, ritenuta eccessiva dalla curva giallorossa.

Inter forte contro le forti, debole contro le deboli

È ancora troppo presto per capire il valore dell'Inter. Franck de Boer l'aveva detto sin da subito che la sua mano si sarebbe vista non prima di gennaio, il pubblico di San Siro pazienta a fatica, speranzoso che i nerazzurri siano la squadra pratica e talentuosa che ha sconfitto la Juventus nell'unico successo casalingo stagionale e non quella che perde contro Chievo, fatica a Pescara e strappa in rimonta un punto a Palermo e Bologna. Non dovrà nemmeno essere lontana parente della squadra che ha rimediato due brutte figure in Europa League contro Hapoel Beer Sheva (0-2 a San Siro) e Sparta Praga (3-1 in Repubblica Ceca).

L'allenatore dell'Inter
L'allenatore dell'Inter Frank De Boer

L'allenatore olandese ha a disposizione una rosa di grande spessore, soprattutto nel reparto offensivo. Eppure l'Inter fatica a segnare, Mauro Icardi - autore di 6 degli 8 gol dei nerazzurri - sembra l'unico in grado di segnare con regolarità. A Roma l'occasione per iniziare a invertire la tendenza, sono in tanti pronti a far compagnia all'argentino. 

Classifica di Serie A

Vota anche tu!

Chi è l'allenatore migliore?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.