Liga, Osasuna-Las Palmas 2-2: un pareggio che non serve a nessuno

Una zampata di Garcia nei minuti di recupero regala al Las Palmas un pareggio insperato. L'Osasuna resta a secco di vittorie in Liga.

446 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un tempo a testa, due gol a testa. Osasuna e Las Palmas si dividono la posta in palio: a Pamplona i padroni di casa vanno vicinissimo alla prima vittoria nella Liga, ma il gol di Garcia nei minuti di recupero riporta la squadra di Enrique Martín Monreal all'inferno: penultimo posto in classifica, peggio ha fatto il Granada. Secondo 2-2 consecutivo invece per i canarini, che dopo aver impattato con il Real Madrid di Zidane, riescono a salvarsi dalla terza sconfitta stagionale.

Primo tempo

Settima formazione diversa in altrettante uscite per l'Osasuna. Quique Martin cambia ancora, modulo compreso. Dal 5-3-2 di inizio stagione si passa a un 4-5-1 con caratteristiche più offensive. Il Las Palmas dal canto suo si presenta a Pamplona con un biglietto da visita di tutto rispetto: la squadra di Setien ha bloccato il Real Madrid nella sesta giornata della Liga, giocando un ottimo calcio, fatto di possesso e ripartenze veloci.

Ci sono tutti i presupposti per vedere una bella partita, con i padroni di casa costretti a vincere per abbandonare l'ultimo posto in classifica, a braccetto con il Granada. E allora l'Osasuna parte subito forte, complice anche l'ingenuità di Boateng dopo cinque minuti dall'inizio del match. Sul passaggio filtrante di De Las Cuevas l'ex Milan tocca il pallone con la mano in area di rigore: l'arbitro ci pensa su per qualche secondo per poi concedere il penalty. La freddezza di Roberto Torres dagli undici metri spezza l'equilibrio.

Da quel momento in poi è un monologo giallo. Il Las Palmas inizia il suo proverbiale palleggio, che però si rivela sterile e fine a se stesso. I ragazzi di Quique Martin si difendono in modo organizzato, sempre dietro la linea del pallone. Abbattere il muro rosso non è affatto semplice. E, come se non bastasse, la squadra di Pamplona trova il punto del 2-0 proprio nei minuti di recupero del primo tempo. Sergio Leon scappa sull'errore di Aythami, punta Garcia spostandogli il pallone con una doppia finta e batte Raul Lizoain con un diagonale sotto le gambe. Doppio vantaggio alla fine dei primi 45 minuti: il Las Palmas gioca, l'Osasuna segna.

Secondo tempo

Approccio totalmente diverso nella ripresa per il Las Palmas. I canarini rientrano in campo gettandosi alla ricerca del gol che accorcerebbe le distanze e lo trovano dopo 12 minuti dall'inizio del secondo tempo: è Vicente Gomez a mettere dentro il pallone che riporta gli ospiti in partita. Cinque minuti più tardi Boateng prova a farsi perdonare per il fallo da rigore commesso a inizio gara, ma la sua conclusione viene murata.

Quique Setien ci crede e si affida ai cambi per aumentare la potenza di fuoco in avanti: dentro Momo e Castellano, adesso ci sono tre attaccanti più Boateng contemporaneamente. Ma il Las Palmas non riesce più a fare breccia nella difesa avversaria, manca l'ultimo passaggio. L'assenza di Jonathan Viera, infortunatosi sette giorni fa contro il Real, si fa sentire terribilmente. Nel finale l'Osasuna sciupa un paio di contropiedi che potevano chiudere la partita con qualche minuto di anticipo. Se ne pentirà amaramente.

La squadra di Martin soffre fino all'ultimo: le speranze canarine sembrano infrangersi contro il palo colpito da Kevin-Prince a un minuto dalla fine. E invece al primo minuto di recupero Garcia si avventa su un pallone vagante in area di rigore e con una zampata segna il 2-2. Secondo pareggio consecutivo per il Las Palmas, il terzo stagionale per l'Osasuna che ancora deve trovare la prima vittoria in questa Liga. Eppure oggi c'era andato molto vicino.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.