Serie A, 7^ giornata: l'Inter in cerca di riscatto fa visita alla Roma

Si gioca la settima di Serie A: l'Inter all'Olimpico per ripartire dopo il tonfo in Europa League. Juventus e Napoli contro Empoli e Sassuolo.

Serie A, la settima giornata

96 condivisioni 0 commenti

di

Share

Se il problema in Europa persiste, contattare per ulteriori spiegazioni lo 031. Ѐ questo il prefisso di Appiano Gentile, località dove ha sede il quartier generale dell’Inter. Esatto, proprio quei nerazzurri brutalmente presi a schiaffi dallo Sparta Praga.  All’indomani dell’ennesima e sanguinosa sconfitta in Europa League, dopo una sfida affrontata in modalità vergogna, la banda De Boer riparte alla conquista di Roma.

La settima giornata di Serie A è alle porte: l’antipasto del sabato vede in tavola Pescara-Chievo alle 18 e Udinese-Lazio alle 20.45, si prosegue poi con le proverbiali gare della domenica. La corazzata Juve viaggia ad Empoli alle 12.30, alle 15 in scena quattro partite e alle 18 Milan-Sassuolo e Torino-Fiorentina. Ma attenzione, non fate indigestione, perché la cena domenicale sarà succulenta: il sipario, infatti, calerà con il mega posticipo tra Roma e Inter, due squadre malandate con il sogno di tornare grandi.

Roma non fa' la stupida

Un fenomeno senza età. Totti si prende anche la Coppa. Se 20 + 20 fa 40, per Francesco la matematica è solo un’opinione: calcio e magie a servizio della sua Roma, sempre. Nel giovedì di Europa League, i giallorossi, grazie alle gesta del loro capitano, si divertono e infieriscono sul malcapitato Astra. Il numero 10 mette lo zampino in ben tre reti del poker romano, i pochi spettatori si sono rifatti gli occhi.

La capitale stringerà nella sua morsa la Beneamata? I presupposti ci sono, a partire dalla formazione. Totti, intanto, parte dalla panchina: ma quando entrerà, ci sarà da divertirsi. Se Alisson è titolare in Europa League, Szczesny ha le chiavi della porta in campionato. Contro i nerazzurri, Spalletti si cautela e opta per la prudenza: Florenzi in panchina, Bruno Peres a destra e Juan Jesus nel binario opposto. In mezzo al campo largo a Strootman, De Rossi  e Nainggolan, davanti ci sarà un tridente leggero, più equilibrio rispetto a quello della scottante debacle col Torino: Perotti falso nueve, alle spalle dei folletti El Shaarawy e Salah.

Inter, basta figuracce

Specialità figuracce. Cosa succede, Inter? In Europa è un disastro, ennesima sconfitta: lo Sparta Praga sembrava il Barcellona. In compenso, De Boer sa dove vuole andare. Sta cercando di capire se la sua rosa possiede determinate caratteristiche e proprietà. Intanto, un fatto è certo: Joao Mario dà riferimento e corsa, soprattutto permette a Banega di non essere interditore ma regista. Certo, il tecnico olandese dovrà trovare alternative a Icardi, il "copri magagne" nerazzurre. Poi c’è un altro delicato capo d’accusa: troppi gol subiti. In stagione i nerazzurri sono andati quasi sempre sotto di una rete. Già, è questo il peccato originale di Handanovic e compagni.

Palacio, in azione in Europa League

Vero, la squadra gioca più con la palla, peccato che non sa cosa farsene. Una medicina per superare l’ennesima crisi di rigetto? Battere la Roma. Semplice? Affatto, ma non impossibile. E allora ecco le ultime dalla Pinetina: De Boer vestirà i suoi con l’abito di gala, in campo galopperanno i soliti noti del campionato con Medel, Miranda e Icardi dal fischio d’inizio. Bene, e Joao Mario? Da valutare, tenterà di recuperare: la rifinitura di domani sarà decisiva. Se il portoghese non dovesse farcela, probabilmente, ci sarà il rilancio di Brozovic. In difesa potrebbe essere l’occasione di Ansaldi sulla destra, in ballottaggio con D’Ambrosio, a sinistra invece fiducia a Santon. Perché De Boer, in fondo, lo sa: senza spina dorsale non ci si regge in piedi. Per questo Miranda, Joao e Icardi saranno la clorofilla e kryptonite anti Roma.

Le altre italiane d’Europa

Zarata, commovente gol in Europa League

Juventus e Napoli, le sorelle impegnate nella nobile Europa, hanno il morale al massimo. Troppo belli, gli azzurri. Imperiosi e da cinema, i bianconeri: questa sera, infatti, allo Stadium ci sarà la presentazione del film ‘Juventus Story’. Massimiliano Allegri, nel frattempo, recita l’ode all’umiltà: vietato montarsi la testa. Dopo la voluminosa vittoria in Champions League contro la Dinamo Zagabria, nel brunch della domenica la Juventus incontra l’Empoli. Pjanic e Barzagli saranno della partita.  In cabina di regia ci sarà Hernanes, favorito su Lemina. Davanti, Dybala si riprende il posto accanto a Higuain, insidiato da Mandzukic.

Incetta di gol, per questo Napoli, nemmeno con un tal Maradona segnavano così tanto. Azzurri senza soluzioni di continuità, con quantità infinita di ATP nei muscoli e dosi di fantasia in pieno stile rinascimentale. Sarri, però, ha qualche defezione: Albiol fuori per infortunio e Hamsik è con le pile scariche, per questo si annuncia un ampio turnover: largo a Maksimovic e Zielinski, anche Strinic favorito al posto di Ghoulam. In attacco, probabile esordio di Giaccherini che fa fiatare Callejon, Insigne ha più possibilità di Mertens.

Il Sassuolo è falcidiato dagli infortuni. Sbollita la rabbia per la sconfitta in Europa League contro il Genk, i neroverdi fremono per stupire nuovamente contro il Milan. Se Berardi è ancora out, Di Francesco confermerà il tridente che ha scalzato l'Udinese, con Politano e Ragusa ai lati di Defrel.

Defrel, in gol in Europa League

Risponde Montella: stessa formazione delle ultime positive uscite. Un solo dubbio, i terzini: 4-3-3 ma Abate dovrebbe sostituire Calabria a destra mentre a sinistra spazio a De Sciglio. Davanti, Bacca vuole gonfiare la rete di San Siro, ai suoi fianchi lo accompagneranno Niang e Suso.

La Fiorentina, dopo la roboante manita europea al Qarabag, sfida il Torino: sarà una partita esaltante, ricca di giovani talenti. Nella formazione viola torneranno coloro che hanno riposato in Europa League: spazio a Milic, Badelj e Ilicic. Ma occhio al Toro, galvanizzato dai 3 punti rubati alla Roma.

Sampdoria-Palermo, Cagliari-Crotone e Bologna-Genoa completeranno il quadro delle partite di domenica allle 15.

Le partite della 7^ giornata di Serie A

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.