Anche gli eroi hanno paura: le fobie più strane degli sportivi

La paura è la più umana delle emozioni e nessuno riesce a sfuggirle, tanto meno i migliori sportivi al mondo. Anche se alcuni di loro hanno imparato a combatterla

Paura dell'ospedale

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Nel mondo moderno gli atleti occupano quel ruolo che nell'epica era assegnato agli eroi: forti, invincibili e, soprattutto, senza paura. Mossi dal rispetto dell'etica e della giustizia, o per amore, o per puro spirito d'avventura, queste figure leggendarie affrontavano i loro nemici senza un filo di timore. Negli ultimi anni ci siamo abituati ad assistere alle imprese sportive di giocatori sempre più vicini alla perfezione atletica: Cristiano Ronaldo, Ibrahimovic, Bolt, o Phelps, sono impressionanti per lo strapotere fisico, ma prima di tutto, psicologico, che permette loro di superare costantemente i propri limiti. Tutti gli atleti di oggi raggiungono questi livelli? Sono tutti delle macchine esemplari, incapaci di provare anche il più minimo turbamento? Non è proprio così: gli eroi moderni a volte hanno anche paura. Anzi, alcuni di loro sono vittime di vere e proprie fobie.

CHI HA PAURA DI VOLARE?

Paura di volare
La paura di volare ha obbligato alcuni giocatori ad organizzarsi privatamente per le trasferte

L'aerofobia è molto comune, secondo gli psicologi è causata da eventi traumatici avvenuti tre anni prima della manifestazione di panico. Tra gli atleti è una delle fobie più inflazionate. Esempi celebri sono Omar Sivori, Stefano Tacconi - vittima di un attacco di colite ogni volta che deve salire ad alta quota -  o Paolo Guerrero, attaccante dell'Amburgo che rifiutò per quattro volte di salire sull'aereo che doveva portarlo in Germania. Ci riuscì alla quinta, ma per somatizzare la paura si procurò uno stop di due giorni per infortunio alla coscia sinistra. Tra i calciatori, il più famoso è sicuramente Dennis Bergkamp: al momento della firma con l'Arsenal, nel 1995, fece inserire una clausola che lo esonerava dalle trasferte più lontane. All'origine del suo trauma, ben due motivi: la terribile sensazione terribile provata dopo l'incidente della Colourful 11 nel 1989, in cui molti atleti del Suriname che giocavano in Olanda persero la vita, e lo spavento subito durante il volo di ritorno dal mondiale americano in cui un giornalista urlò "bomba a bordo!" per scherzo. Il club inglese provò a risolvere il problema addirittura con un ipnotizzatore, ma questi tentativi non portarono a nulla, se non a un simpatico soprannome per Bergkamp: Non-Flyng Dutchman. Chi invece è riuscito a superare la sua paura è stato l'argentino Javier Mascherano.

NIENTE STATUE PER LILLARD

Paura delle rappresentazioni
Le statue sono tra le rappresentazioni umane che più spaventano chi è affetto da questa fobia

L'automatonofobia è sicuramente meno comune. La paura delle rappresentazioni umane implica turbamento di fronte a qualsiasi figura richiami una forma antropomorfa: bambole, pupazzi, burattini, ventriloqui e statue. Ad essere particolarmente spaventato da quest'ultime, è il campione dell' NBA Damian Lillard, miglior rookie della stagione 2013.

È stato lo stesso giocatore a spiegarne il perchè in un'intervista: mentre guidava nei pressi di un cimitero, vide una statua di Gesù con le mani rivolte verso il cielo, un'immagine che per lui è sempre stata spaventosa per l'impressione di caducità che ne deriva. Vedere qualcosa che proviene da così tanto lontano e che si mostra ancora così presente, in confronto alla limitatezza umana, lo ha sempre turbato. E pensare che alcuni tifosi avrebbero voluto erigere una statua con le sue sembianze... 

I CONIGLI KILLER DI RODDICK

Paura degli animali selvatici
I conigli sono tra gli animali selvatici più... spaventosi

Tra gli animali selvatici più spaventosi troviamo i serpenti, i topi, i polli e i conigli. Ad avere gran timore di questi ultimi è Andy Roddick, l'ex superstar del tennis.  Ma la sua agrizoofobia è ancora più particolare di quanto ci si aspetti: oltre che dei conigli, Roddick ha paura di tutte le loro possibili mutazioni diaboliche, tipo un bianconiglio degli incubi. Immaginarsi la sua reazione alla vista delle mascotte dalle lunghe orecchie che l'hotel St.Regis aveva affittato per una celebrazione pasquale: chiese a tutti, conoscenti e non, di tenere le due malefiche bestie il più lontano possibile da lui.

ASCENSORI DA INCUBO PER JOSH FREEMAN

Paura degli ascensori
Ci sono ascensori in cui nessuno vorrebbe trovarsi prigioniero

La paura degli ascensori, implica almeno due tipi di fobie: quella dell'altezza e quella degli spazi chiusi. A soffrirne è il campione di football americano Josh Freeman. Sembra meno paurosa di altre angosce, ma invece è una di quelle che si presenta nelle occasioni più comuni, tipo una visita dal dentista: "Sono stati solo 5 minuti, ma mi è sembrato che durassero per sempre."

MR. BERRY, CAVALLI? NO!

Paura dei cavalli
Equinofobia: paura dei cavalli

Un altro campione del football americano affetto da una fobia è Eric Berry, totalmente spaventato dai cavalli. Per lui è diventato un problema sportivo: la mascotte dei Kansas City Chiefs è un cavallo pezzato! Le telecamere hanno spesso ripreso lo strong safety scappare lontano dal portafortuna della sua squadra. Il motivo di questa paura è da cercare in un episodio della sua infanzia: durante una gita alla zoo venne colpito da un pony. L'atleta ha intrapreso una terapia per superare il suo problema e pare stia facendo progressi.

NADAL: FEAR OF THE DARK

Paura del buio
La paura del buio è molto più comune di quanto si immagini

L'acluofobia molto più comune di quanto si immagini. Va ben aldilà dell'infantile bisogno di dormire con una lampadina accesa, nei casi più gravi può provocare forti crisi di panico. Molte celebrità ne hanno sofferto, anche una di cui nessuno avrebbe mai sospettato: Alfred Hitckock. Tra gli sportivi invece è il famoso tennista spagnolo Rafael Nadal è essere terrorizzato dal buio. Ma le sue sfortune non finiscono qui, perchè l'oscurità è solo la più spaventosa delle sue fobie: Nadal ha paura anche dei cani, dei ragni, delle tempeste e delle moto. Almeno può dire di essere compreso tra i colleghi: anche Serena Williams ha paura del buio.

I TERRIBILI RAGNI DI HAMILTON

Aracnofobia
Hamilton scapperebbe da un ragno a 300 km orari

L'aracnofobia ha scalato le classifiche delle paure aggiudicandosi il primo posto: è la più comune al mondo. Fa comunque impressione scoprire un pilota senza nessun timore di correre a più di 300 chilometri orari, sia terrorizzato dagli insetti. Stiamo parlando del campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton. "Hanno troppe zampe." è stato il suo unico commento.

CAGLIOSTRO CONTRO DEREK JETER

Paura dei gatti
Si dice da sempre, il gatto è un animale diabolico

Il gatto è l'animale domestico su cui gli scrittori si sono sbizzarriti di più, tanto da renderlo un essere demoniaco. Anche l'ex giocatore di baseball Derek Jeter deve aver letto qualche libro che lo ha influenzato perchè ne ha una paura matta. Ha ammesso di essere affetto da ailurofobia durante un botta e risposta con i fan su twitter per The Player's Tribune. 

TUTTO IN FILA IN CASA BECKHAM

Fobia del disordine
Per Beckham i bicchieri devono essere perfettamente allineati

Bicchieri perfettamente allineati, armadio sempre in ordine, libri impilati per grandezza. L'ataxofobia non farà venire mostruosi attacchi di panico, ma dev'essere comunque stressante conviverci, soprattutto per i coinquilini di chi ne è affetto. È il caso della famiglia di David Beckham. L'ex calciatore inglese non sopporta trovare qualcosa fuori posto, tutto dev'essere precisamente in fila e in quantità uguali. La sua fobia lo accompagna anche negli hotel: prima di riuscire a dormire, prende tutti i volantini e i libri e li ripone in un cassetto.

 ALEX RODRIGUEZ: IN OSPEDALE, NO

Paura degli ospedali
DI certo non piacciono a nessuno, ma c'è chi ne è davvero spaventato

Gli ospedali, o molto più raramente nosocomi, non piacciono a nessuno, questa è una certezza. Ma c'è chi ne è davvero terrorizzato, come il giocatore di baseball Alex Rodridguez. La terza base dei New York Yenkees ne ha talmente paura da non riuscire a controllarsi neanche in uno dei momenti più felici della sua vita: nel 2004 è nato il suo primo figlio, ma Alex non ha resistito ed è svenuto mentre la moglie partoriva.

PIACERE, IO SONO TIGER

misofobia
La paura dei germi obbliga a mantenere i contatti al minimo

Il galateo dello sport obbligherebbe i rivali a stringersi la mano dopo essersi dati filo da torcere, ma non tutti praticano questa usanza. Uno di quelli che preferisce evitare è Tiger Woods, il campione del golf. Sia chiaro, non dipende nè da arroganza nè tanto meno da maleducazione, ma esclusivamente dalla paura che un germe lo possa contaminare, la misofobia. E se fosse stato un campione di rugby? La stessa preoccupazione l'hanno avuta gli atleti della squadra del regno Unito, dietro consiglio della British Olympic Association: "La maggior minaccia alle prestazioni dei nostri sportivi è un virus o un infortunio."

ADLINGTON: COSA C'È SOTTO?

Paura della profondità
Un oceano può davvero fare paura

La paura dell'oceano è una fobia molto comune. Ed è ancora più comune che particolarmente colpiti siano proprio i nuotatori professionisti. A soffrirne è addirittura Rebecca Adlington, la due volte medaglia oro alle Olimpiadi di Pechino 2008. C'è una bella differenza tra la sicurezza di una vasca in piscina, e le profondità sconosciute dell'oceano. Come lei stessa ha commentato: "Non mi piace non sapere cosa ci sia sotto di me."

NICK YOUNG E LA PAURA DEI DELFINI

paura dei delfini
Anche animali simpatici come i delfini possono fare paura

Il delfino è uno degli animali più amati, ma non da tutti. La guardia dei Los Angeles Lakers Nick Young se ne tiene felicemente a distanza. Lui stesso ne ha spiegato il motivo: ha provato a cavalcarne uno ma si è reso conto che l'animale stava per immergersi e per fortuna è riuscito a liberarsi prima di andare affondo con lui. A conferma di questa brutta avventura un tweet della sua fidanzata, la rapper Iggy Azalea.

IO MI BUTTO! ALEISHA CLAINE SENZA PAURA

Paura dell'altezza
L'Everest: non c'è niente di più alto

Verrebbe da pensare che se si ha paura dell'altezza, forse non è il caso di lanciarsi dalla vetta di una montagna a 100 chilometri orari con degli sci. Aleisha Cline non dev'essere d'accordo: lei continua a combattere la sua acrofobia e ad essere convinta che sia stata proprio la sua paura a renderla una sciatrice così forte: "Quando la gara comincia, non vedo l'ora di scendere." Quando si dice guardare le proprie paure dritte in faccia.

CUDDAYER FACCIA A FACCIA CON LE API

Paura delle api
Cuddeyer ha paura delle api

Certo, api e vespe non stanno simpatiche proprio a nessuno, ma in particolar modo a Michael Cuddayer. L'ex giocatore di baseball ne ha spiegato il motivo durante un'intervista rilasciata ad AtlhonSports.com: a 16 anni ha aperto la cassetta della posta dei suoi genitori ed è stato attaccato da uno sciame di api che si erano nascoste proprio lì dentro.

CAM NEWTON HA PAURA DEL BASEBALL

Cam Newton ha paura dei lanciatori
Cam Newton ha paura dei lanciatori

Ok, può suonare strano, ma chi si è mai trovato faccia a faccia con un lanciatore di baseball? A Cam Newton, quaterback dei Carolina Panthers, è capitato, ed è tuttora terrorizzato dai lanciatori. In un' intervista a Espn ne ha svelato il perchè: "Ho lasciato il baseball a 14 anni perchè avevo paura dei lanciatori. I ragazzi miglioravano e lanciavano sempre più veloce e io avevo paura di essere colpito, così ho smesso."

BELTRÈ: DON'T TOUCH, PLEASE

Forse non si può considerare una vera e propria fobia, ma sembra proprio che per la terza base dei Texas Rangers Adrian Beltrè sia un problema serio quando qualcuno gli tocca la testa. Dal video si capisce quanto i suoi compagni di squadra lo abbiano preso sul serio e cerchino di aiutarlo. 

NON SENTIRAI NULLA, SONNY.

Paura degli aghi
Chi ha paura degli aghi? Sonny Liston

La paura degli aghi o degli oggetti appuntiti può sembrare infantile, ma l'aicmofobia  ha colpito anche uno sportivo come Sonny Liston, uno dei più grandi rivali di Muhammad Alì.

DUNCAN SHARK ATTACK

Selacofobia: paura degli squali
Tim Duncan ha paura degli squali, come tutti del resto

Questa è una fobia che può essere facilmente condivisa da tutti, tranne che per alcuni follemente coraggiosi. Tra quelli che non vorrebbero mai trovarsi vicino a uno squalo c'è la superstar dell'NBA Tim Duncan. Per gli appassionati di basket è una fortuna: Duncan aveva iniziato la sua carriera nello sport come nuotatore professionista. Ha desistito solo per colpa,  o grazie, del terrore provato durante gli allenamenti per la sua selacofobia.

JASON DI "VENERDI 13"

Il killer di "Venerdì 13"
Chi non avrebbe paura di lui?

Può sembrare una follia, ma tutti hanno un film da cui sono stati segnati nella vita. E Jason Voorhees, il killer con maschera e sega elettrica di "Venerdì 13", di paura ne fa tanta. DeMarcus Ware, il giocatore di football americano dei Denver Broncos, peserà anche 118 chili di muscoli, ma di fronte a Jason li userebbe tutti per scappare. A ragione. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.