La Copa Libertadores cambia format, ecco come sarà a partire dal 2017

La Confederazione sudamericana ha apportato alcune significative modifiche al format della Copa Libertadores, entreranno in vigore a partire dall'edizione 2017.

Atletico Nacional e Copa LIbertadores

338 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Copa Libertadores cambia e lo fa per avvicinarsi alla Champions League. Nella giornata di martedì, la CONMEBOL ha infatti annunciato il varo di un nuovo format della massima competizione sudamericana a livello di club, con l'intenzione dichiarata di armonizzarla meglio rispetto al calendario internazionale e renderla più simile al suo celebre omologo europeo. 

Le modifiche avranno valore sin dall'edizione 2017 del torneo, e la più importante di queste riguarda la durata e il calendario: la Copa Libertadores non sarà più una competizione di 27 settimane che va da febbraio a luglio, ma si prolungherà per 42 settimane fino a novembre. La ragione la spiega Alejandro Dominguez, presidente CONMEBOL:

Al termine di un'accurata analisi di tutte le caratteristiche e le necessità del calcio sudamericano, abbiamo deciso di adottare un calendario annuale per la Copa Libertadores. Per molto tempo i club hanno dovuto scegliere tra il campionato nazionale e i tornei continentali, e questo ha condizionato la qualità di tutte le competizioni. In questo modo ci consentirà di migliorare il livello dei campionati nazionali, salvaguardare la salute dei calciatori e infine potenziare la qualità delle competizioni continentali

L'obiettivo implicito, insomma, è quello di valorizzare la Copa Libertadores e di conseguenza renderla più appetibile anche a livello commerciale. E in questo senso la modifica più importante, nonché la più spettacolare, riguarda proprio la finale: addio alla doppia sfida di andata e ritorno, dal 2017 il trono del Sudamerica si assegnerà con finale secca con sede itinerante. D'altra parte, se la finale di Champions League sfora i 400 milioni di spettatori, il merito è anche del fascino crudele dell'unico atto conclusivo.

Il modello europeo verrà ripreso anche sotto altri aspetti: per esempio, dal 2017 le 10 migliori squadre eliminate durante la fase a gironi verranno ripescate nella Copa Sudamericana (l'equivalente dell'Europa League), esattamente come avviene da questa parte dell'Atlantico. Inoltre, da qui in avanti le squadre che trionferanno in Copa Libertadores e Copa Sudamericana saranno automaticamente qualificate per l'edizione successiva.

Infine, le squadre messicane non saranno più semplici ospiti della competizione, ma entreranno a farne parte a pieno titolo. L'edizione 2016 della Copa Libertadores, la prima in 25 anni che non ha visto la presenza di squadre argentine o brasiliane in finale, è stata vinta dai colombiani dell'Atletico Nacional.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.