Champions League, Guardiola prende tre gol dopo 16 mesi

Il Manchester City fa 3-3 col Celtic, Pep non subiva tre reti da Barcellona-Bayern 3-0 del 6 maggio 2015. Tre Champions concluse senza mai incassare più di due gol a partita.

Guardiola

422 condivisioni 0 commenti

di

Share

Più sono grandi, più fanno rumore quando cadono. Pep Guardiola non è caduto, ma l'insolita serata di Glasgow apre a statistiche e spunti di riflessione che, alla luce dell'inizio di stagione, non ci si aspettava che sarebbero emersi proprio dalla sfida contro il Celtic. Dopo un avvio da applausi in Premier League, con 6 vittorie in altrettante partite e 18 gol segnati, la Champions League impone un mezzo passo falso dopo la roboante vittoria contro il Borussia Mönchengladbach. Il Manchester City pareggia 3-3 contro Brendan Rodgers, nel solito clima infernale del Celtic Park.

Celtic-Manchester City 3-3
Il Celtic è in serata di grazia, City bloccato 3-3

L'ultima volta al Camp Nou

La tripla rimonta dei Citizens dimostra il grande carattere della squadra, che rispecchia in pieno la volontà del suo tecnico: recuperare palla e dimostrare la propria superiorità tecnica nonostante lo svantaggio, arrivando in porta anche con un pizzico di fortuna. Il dato al passivo, invece, è davvero una rarità nelle squadre di Guardiola, che non subiva tre gol nella stessa partita da quasi 17 mesi. L'ultima volta, però, c'era di fronte il Barcellona in semifinale. Il 6 maggio 2015, nel suo ritorno in quel Camp Nou che ha tanto amato e che tanto l'ha amato, i blaugrana inflissero un pesante 3-0 al Bayern Monaco, rendendo inutile il successivo 3-2 dei bavaresi all'Allianz Arena. Esattamente un mese dopo quel tris, firmato da una strepitosa doppietta di Messi e dal sigillo di Neymar, il Barça festeggiò la sua quinta Champions, battendo in finale la Juventus.

Neymar Messi
Messi e Neymar firmarono gli ultimi 3 gol incassati da Guardiola in una sola partita

Tre stagioni senza prendere 3 gol in una partita

Nella stagione 2015/2016, Pep non ha mai incassato più di 2 gol in un singolo match europeo. È successo all'Emirates contro l'Arsenal nella fase a gironi, due volte contro la Juventus nel doppio confronto degli ottavi, infine nel ritorno dei quarti al Da Luz contro il Benfica. Paradossalmente, l'eliminazione è arrivata in semifinale per mano dell'Atlético Madrid, dopo la vittoria per 1-0 in Spagna e una sconfitta per 2-1 in Germania.

Soltanto in altre due occasioni Guardiola è riuscito ad abbassare la soglia dei gol subiti sotto quota 3. Si tratta di due stagioni europee consecutive, 2010/2011 e 2011/2012. Nel primo caso arrivò la vittoria del titolo contro il Manchester United nella finale di Wembley, vinta 3-1, ma nel secondo ci fu la cocente eliminazione inflitta dal Chelsea, nella semifinale persa 1-0 a Stamford Bridge e pareggiata 2-2 in Catalogna, con la traversa di Messi su rigore e la chiusura dei giochi firmata da Torres in contropiede. Nelle due annate di Champions, solo tre squadre riuscirono a segnare due gol al Barcellona nella stessa partita: l'Arsenal nel febbraio 2011 e due volte il Milan, nella fase a gironi, a settembre e novembre dello stesso anno.

Pep
Una volta col Bayern, due col Barça: Pep sotto quota 3 in tre Champions

Il confronto con il passato

Barcellona e Bayern Monaco sono due squadre che, sotto la guida di Pep, hanno vinto o rientravano in un ipotetico podio delle favorite per il successo finale. Il Manchester City rappresenta invece una sfida nuova e più complessa sul piano internazionale, considerando che i Citizens in Europa hanno vinto un solo trofeo: la Coppa delle Coppe nel 1969-70. Guardiola può quindi contare su maggiori attenuanti, ma da lui ci si aspetta tanto. Intanto per proseguire il proprio cammino in Champions e ripetere almeno la semifinale dello scorso anno, è necessario che il City impari in fretta dal 3-3 contro il Celtic. L'analisi statistica dei casi precedenti potrà essere d'aiuto al suo tecnico.

Real Madrid-Manchester City
Il City può almeno bissare la semifinale dello scorso anno?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.