Classifica Premier League: Manchester City, ma chi ti ferma? Italians KO

Sesta vittoria su sei per i Citizens, che questa volta battono a domicilio lo Swansea. Al secondo posto solitario ecco gli Spurs, mentre torna a vincere lo United.

I giocatori del City esultano dopo il gol

145 condivisioni 0 commenti

di

Share

Anche la sesta giornata della Premier League è stata archiviata. E in testa nulla è cambiato, con la corsa del Manchester City di Guardiola che non sembra intenzionata a finire. A dover cedere, questa volta, è stato un ostico Swansea del nostro Francesco Guidolin. I gallesi, infatti, hanno dato filo da torcere ai Citizens, soprattutto nel primo tempo (terminato 1-1). Ma alla distanza sono uscite tutte le grandi qualità degli ospiti, che rimangono dunque primi a punteggio pieno. 

In seconda posizione si piazza un sempreverde Tottenham, capace di espugnare anche il Riverside Stadium di Middlesbrough per 2-1 grazie alla doppietta di un ottimo Son, uomo in più di Pochettino in questo avvio di stagione. Convince sempre di più anche il Liverpool di Klopp, che trita in casa l'Hull City con un sonoro 5-1. La notizia migliore, per l'allenatore tedesco, è una solidità difensiva che sta avendo seguito gara dopo gara. Terzo posto dunque per i Reds, da condividere con l'Arsenal, uscito nettamente vincente dal derby contro il Chelsea di Conte. Succede tutto nel primo tempo, con le reti di Sanchez, Walcott e Ozil ad aprire la crisi dei Blues, che insaccano la seconda sconfitta consecutiva in campionato (a Conte non succedeva dal 2009, quando allenava l'Atalanta).

Subisce la prima sconfitta, rimanendo al terzo posto insieme a Liverpool ed Arsenal, anche l'Everton di Koeman caduto in casa del Bournemouth a causa della rete di Stanislas. Torna alla vittoria invece il Manchester United, che surclassa il Leicester di Claudio Ranieri con un netto 4-1, figlio specialmente dei quattro gol segnati nella seconda metà del primo tempo. Dopo due settimane a dir poco tormentate, dunque, Mourinho può tornare a respirare.