L'Alessandria ospita lo sbarco nel calcio italiano del "Teddy Bear Toss"

Il lancio degli orsacchiotti di peluche in campo avverrà durante l'intervallo di Alessandria-Cremonese del 3 ottobre. Ricavato e peluche andranno in beneficenza.

I dirigenti dell'Alessandria  durante la conferenza stampa

56 condivisioni 0 commenti

di

Share

La globalizzazione torna a mostrare i suoi pregi. Veicolo di quest'effetto salutare l'Alessandria Calcio, che copia la bella iniziativa americana del Teddy Bear Toss. Il lancio degli orsacchiotti di peluche in campo sbarca finalmente nel calcio italiano dopo aver inondato tutti gli sport in diversi paesi. 

In principio furono gli Stati Uniti, più precisamente il Canada, dove durante la partita di Hockey, specialmente sotto il periodo natalizio, vengono lanciati in campo i peluche ad ogni gol. Peluche che vengono poi consegnati ai bambini pazienti degli ospedali o che vivono negli orfanotrofi.

Partita di Hockey negli USA
Pratica molto diffusa nell'Hockey americano

L'Alessandria copia la solidale iniziativa e la personalizza. Il Grey Bear Toss avverrà il 3 ottobre allo stadio Moccagatta durante l'intervallo della sfida contro la Cremonese, valida per la 7° giornata del campionato di Lega Pro, Gruppo A. 

Direttore commerciale Alessandria
Il direttore commerciale dell'Alessandria Luca Borio durante la presentazione dell'iniziativa

Il ricavato della vendita servirà ad aiutare i meno fortunati colpiti dal terremoto nel centro Italia. Invece i peluche che verranno lanciati in campo, finiranno dritti dritti fra le braccia dei piccoli pazienti dell’ospedale infantile di Alessandria e dei reparti di pediatria di tutta la provincia.

Ha spiegato Luca Borio, direttore commerciale della squadra piemontese di Lega Pro nella conferenza stampa di presentazione in cui hanno preso la parola anche il presidente Luca Di Masi e la responsabile Unicef Anna Rinetti che hanno aggiunto

Teniamo molto a questa operazione, ci pensiamo da tanto. Siamo i primi, ma speriamo di diventare una case history, di lanciare l’idea anche per le altre squadre di Lega Pro. Abbiamo due mila orsacchiotti e l'obiettivo è venderli tutti.

Primi sì, ma solo se si considerano esclusivamente i vari campionati di calcio in Italia, perché la lista delle società che hanno adottato e proposto questa iniziativa sono lunghi. Rimanendo nella nostra penisola, bisogna trasferirsi sul parquet dei campi di basket di Serie A, dove i primi canestri dei match del 14 e 21 dicembre 2015 venivano omaggiati con il lancio dei peluche.

Per trovare invece un evento simile sul rettangolo di gioco verde, bisogna andare in Olanda, al Stadion Feijenoord di Rotterdam, quando lo scorso 11 settembre i tifosi del Den Haag hanno fatto debuttare il Teddy Bear Toss nel mondo del calcio. Niente pomodori, monetine o fumogeni. Almeno per una sera quello che pioverà in campo sarà ben accetto, sicuramente regalerà un sorriso, a prescindere dalla maglia per la quale si tifa. Serie A, cosa aspetti?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.