UFC 205 - Prende forma l'evento al Madison Square Garden di New York

La card che segnerà l'avvento delle MMA nella città di New York sta lentamente prendendo forma. UFC si sta impegnando per dar luce a un evento senza precedenti.

35 condivisioni 0 commenti

di

Share

La card ospitata al Madison Square Garden di New York il 12 novembre sta lentamente prendendo forma. Per quello che è un evento senza precedenti, il primo ospitato a New York da quando le MMA sono state legalizzate nel suddetto stato (dal 23 marzo 2016), UFC sta mettendo su degli ottimi match.

Si era parlato tanto anche di un eventuale super-match fra Conor McGregor (20-3) e Eddie Alvarez (28-4), rispettivamente Campione dei pesi piuma e Campione dei pesi leggeri UFC, ma alla fine sembra che Alvarez affronterà, probabilmente a UFC 206, il russo Khabib Nurmagomedov (23-0).

alvarez
Eddie Alvarez, attuale Campione dei pesi leggeri UFC

Cinque i match ufficialmente confermati da UFC

Nella categoria femminile dei pesi gallo vedremo il ritorno di Liz Carmouche (10-5) che affronterà l'imbattuta Katlyn Chookagian (8-0). La Carmouche viene da due vittorie e tre sconfitte negli ultimi cinque match e necessita di una vittoria per tornare a respirare. Quella contro la Chookagian potrebbe essere l'occasione giusta, pur considerando che la ventisettenne del New Jersey si presenta al secondo match in UFC da imbattuta.

chookagianCopyright ufc.com
Poster ufficiale dell'incontro Carmouche vs Chookagian

Ufficializzati due incontri poi nella categoria dei pesi medi. Il primo vedrà scendere l'ex campione dei massimi-leggeri Rashad Evans (19-5-1) di una categoria per affrontare il berretto verde Tim Kennedy (18-5). Evans si vuole reinventare dopo le ultime uscite in caduta libera, specie quella contro il brasiliano Glover Teixeira che lo ha messo KO al primo round nell'aprile 2016. Per Kennedy invece è il ritorno nell'ottagono dopo la controversa sconfitta per mano di Yoel Romero nel settembre 2014. Rientrando dopo due anni, Kennedy non vorrà perdere l'occasione per tornare sulla cresta dell'onda. Per Evans si prospetta un match davvero difficile.

kennedyCopyright ufc.com
Poster ufficiale dell'incontro Evans vs Kennedy

Il secondo match nella categoria dei medi vedrà invece affrontarsi il redivivo Tim Boetsch (19-10), fresco di vittoria su Josh Samman, e il brasiliano Rafael 'Sapo' Natal (21-7-1), reduce da una sconfitta ai punti contro Robert Whittaker. Boetsch, dopo un periodo nero in cui rischiò il licenziamento, salvò il posto per il rotto della cuffia battendo Samman. Natal invece veniva da quattro vittorie di fila, ma dovette arrendersi allo strapotere fisico del giovane Whittaker. Il match-up fra i due, facenti parte della top 15 dei pesi medi, potrebbe risultare davvero interessante.

natalCopyright ufc.com
Poster ufficiale del match fra Boetsch e Natal

La card prosegue con un match-up nei pesi piuma davvero imprevedibile. Lo straripante Jeremy 'Lil' Heathen' Stephens (25-12), striker dalle mani pesanti reduce da quella che probabilmente è la più importante vittoria nella sua carriera, quella su Renan Barao, affronterà un Frankie Edgar (20-5-1) che non è sembrato la miglior versione di sé stesso nell'ultima uscita: il rematch contro il campione ad interim Jose Aldo. C'è molto in gioco: con una vittoria Stephens si catapulterebbe nello scenario che vede il titolo come obbiettivo diretto. Edgar ormai ha poco da chiedere. Dopo aver fallito il secondo assalto alla cintura che adesso è nelle mani di Aldo (ad interim), non gli resta che difendere la posizione e successivamente decidere il da farsi. Stephens è il primo ostacolo.

EdgarCopyright ufc.com
Poster ufficiale dell'incontro fra Frankie Edgar e Jeremy Stephens

Per finire, almeno per ora, confermato anche il match che vede contrapporsi il veterano Donald 'Cowboy' Cerrone (31-7) e il giovane Kelvin Gastelum (12-2) nella categoria dei pesi welter. Da quand'è in questa categoria Cerrone sembra ancora più forte e affamato. È riuscito nell'impresa di finalizzare tre avversari in tre incontri: Alex Oliveira, Patrick Cote e Rick Story. Questa versione ancora più pericolosa del Cowboy potrebbe dar fastidio anche ai vertici dei pesi welter. Dal canto suo Donald ha dichiarato di sentirsi meglio a 170 libbre e sente che il suo corpo è molto più resistente.

Davanti a lui un giovanotto che non ha bisogno di presentazioni: Kelvin Gastelum è il vincitore della stagione numero 17 del reality 'The Ultimate Fighter'. È classificato numero sei nel ranking dei welter e per accoppiarlo in questo entusiasmante match contro Cerrone, è stato annullato quello che aveva in programma contro Jorge Masvidal. Gastelum è uno dei grappler più solidi dell'intera categoria, oltre ad avere mani molto pesanti. Il Cowboy però è pronto a tutto, striker straordinario e con un buon background nel gioco a terra, vuole dimostrare il suo valore anche in questa nuova avventura.

cerroneCopyright ufc.com
Poster ufficiale dell'incontro fra Gastelum e Cerrone

L'appuntamento su FOX Sports

Il countdown per il 12 novembre è iniziato, UFC ha iniziato a comporre quella che sembra destinata a diventare un'ottima card. Vedremo come si completerà e quali titoli verranno messi in palio. Per adesso, c'è la possibilità che UFC 205 veda il titolo dei pesi welter in palio fra Tyron Woodley (16-3) e Stephen Thompson (13-1), ma ancora nulla è ufficiale. Seguiranno aggiornamenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.