Svolta storica in Germania: i tifosi pagheranno le multe delle società

Il Colonia ha chiesto che siano i tifosi a pagare le multe per i danni nello stadio: il Bundesgerichtshof (Corte Federale di Giustizia) ha accolto la richiesta.

Il Colonia ha vinto la sua battaglia in tribunale. Saranno i tifosi

480 condivisioni 0 commenti

di

Share

Totò sarebbe contento, una volta tanto non sarebbe lui a pagare. Svolta epocale in Germania: il Bundesgerichtshof (Corte Federale di Giustizia) ha accolto la richiesta del FC Köln secondo cui era ingiusto pagare per i disordini creati dai propri tifosi. Il tribunale ha dato ragione al club tedesco. Da oggi, in Germania, le multe comminate alle società verranno saldate direttamente dai responsabili.

Il fatto

Il 9 febbraio del 2014 il Colonia, all'epoca in seconda divisione, viene multato per il lancio di diversi petardi nella partita con il Bielefeld che feriscono 7 persone. La società fu costretta a pagare 50mila euro e a versarne altri 30mila a scopo precauzionale. Individuati però gli ultrà che avevano lanciato i petardi, il Colonia li portò in tribunale, chiedendo di essere risarcito. Anche perché i tifosi del Colonia non sono fra i più calmi d'Europa, anzi: il 14 febbraio del 2015 invasero il campo durante il derby col Borussia Mönchengladbach, con l'obiettivo di attaccare i tifosi rivali invadendo il loro settore.

Molti dei tifosi del Colonia, in quell'occasione, vennero fermati e arrestati. Ma anche in quel caso la multa fu comminata al club. Per questo il Colonia ha insistito affinché le regole cambiassero. A pagare devono essere i colpevoli, le società altrimenti sono solo ostaggio dei tifosi. Un discorso simile lo porta avanti da tempo, ma senza proposte concrete a riguardo, il presidente della Lazio Claudio Lotito. Chissà che in Italia non si possa prendere spunto...

Reazioni

Molto soddisfatto per la decisione del Bundesgerichtshof Rainer Koch, il presidente della DFB (la Federcalcio tedesca):

Se prendiamo di mira il portafoglio dei colpevoli li costringiamo responsabilizzarsi: si rendono conto dei danni che fanno...

Diversa la reazione dei tifosi. Jochen Grotepaß, portavoce della "Unsere Kurve" (tradotto: "la nostra curva"), un'associazione che cura gli interessi dei tifosi dei vari club tedeschi, ha dichiarato:

Il verdetto è una grossa delusione per noi. Bisognerebbe fare delle distinzioni: se i fumogeni sono controllati e servono solo per lo spettacolo, non vedo perché i tifosi debbano pagare delle multe.

L'associazione ha già fatto sapere che farà ricorso contro tale decisione. Ma ormai la Germania sembra aver cambiato rotta. E Totò ne sarebbe felice: nel calcio tedesco paga solo chi sbaglia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.