Serie A, ecco la 6^ giornata. Montella, sfida all'ex: Fiorentina-Milan

La sesta giornata si apre con Palermo-Juve, sabato alle 18. Segue il Napoli contro il sorprendente Chievo. Domenica sera Montella ritrova la sua ex, la Fiorentina.

Serie A

77 condivisioni 0 commenti

di

Share

Attenzione, la Serie A può creare dipendenza. L'Italia mangia, beve, dorme e vive di calcio: dopo aver digerito i 22 gol del turno infrasettimanale, le 20 squadre sono già pronte a tornare in campo con le partite valide per la sesta giornata. Pancia piena? Macché. Il campionato viaggia forte, ingrana la sesta e apre con due anticipi per palati fini: la Juventus sfida in trasferta il Palermo nell'anticipo di sabato delle 18, mentre Napoli e Chievo si prendono la prima serata nel match in scena al San Paolo alle 20.45.

Il brunch della domenica sarà accompagnato da Torino- Roma (12.30), poi largo spazio al classico programma del pomeriggio: Lazio-Empoli, Genoa-Pescara, Sassuolo-Udinese e Inter-Bologna, queste le gare delle ore 15. La sera, piatto forte, vedrà sotto i riflettori Fiorentina-Milan, ore 20.45. Il resto del programma verrà chiuso lunedì con i due posticipi: Crotone-Atalanta e Cagliari-Sampdoria.

Juve affamata

Vietato accontentarsi. Dimenticata la sanguinosa sconfitta contro l'Inter, la Juventus sfida il Palermo: si gioca ogni tre giorni, Allegri deve fare i calcoli con la Champions, per questo darà adito al proverbiale turnover. Dani Alves rifiaterà in panchina, al suo posto spazio per il sempreverde Lichtsteiner. Stop anche per la BBC: in difesa prendono le redini Bonucci, Rugani e Barzagli. Chiellini riposa. Nessun caso Dybala, al quale manca solo il gol: tra gli avanti bianconeri ci sarà Higuain, al suo fianco il favorito è Mandzukic

Allegri durante la partita contro il Cagliari

Il Palermo vola sulle ali dell'entusiasmo, la preziosa vittoria di Bergamo necessita di continuità: arrembante 3-4-2-1, con Diamanti e Hiljemark alle spalle dell'uomo del momento, Nestorovski.

Roma entusiasta, Napoli alla riscossa

Sbollito il livore per la sanguinosa sconfitta contro la Fiorentina, forte del poker calato al Crotone, la Roma lancia la sfida al Torino di Sinisa Mihajlovich. Per Spalletti tante belle notizie: tornano De Rossi, Nainggolan e Perotti. Sacrificati invece Paredes, Totti ed El Shaarawy. Dimenticati i chiaroscuri del passato, Dzeko farà il corsaro in attacco: quattro gol nelle prime cinque uscite di campionato, a lui il compito di bucare Joe Hart.

L'attacco della Roma nella gara contro il Crotone

E il Napoli? Sarri suona la carica e freme per togliersi qualche sassolino dalla scarpa dopo il contestato pareggio di Genoa. Confermato l'11 del turno infrasettimanale. Unico dubbio Insigne, che duella con Mertens per una maglia da titolare.

Sarri nella sfida di mercoledì contro il Genoa

Il Chievo sogna: è bello e fa punti. Dopo il trionfo contro il Sassuolo dei miracoli, Maran ha in mente diversi cambi: in difesa possibile spazio per Dainelli, Cesar e Frey assieme a Cacciatore, unico reduce dalla vittoria di mercoledì. Radovanovic può rilevare Hetemaj in mediana. Davanti stop Meggiorini-Pellissier, in dieta da gol: attacco affidato a Floro Flores e Inglese.

Inter e Milan, quote in rialzo

La Milano del calcio, piano piano, sta risorgendo. I nerazzurri, grazie ai preziosi innesti di Banega e João Mário, incamerano più tecnica e personalità. Dopo la falsa partenza, De Boer mette tutti d'accordo: contro il Bologna, Ansaldi è pronto ad esordire in difesa sul corridoio di destra. Banega, pagato il turno di squalifica, si riprende le chiavi della trequarti. Davanti, ballottaggio tra Candreva-Eder. Icardi ha la corona. Attesa per il debutto di Gabigol, nel segno di Ronaldo.

De Boer durante la partita contro l'Empoli

Il Milan vola grazie all'abbrivio dei soliti noti, Bacca e Niang. Dopo aver piegato la malcapitata Lazio, Montella banchetterà contro la squadra che lo ha reso grande in panchina: la Fiorentina. Confermata la formazione dell'ultima giornata: Donnarumma in porta, Calabria-Paletta-Romagnoli-De Sciglio in difesa, Kucka-Montolivo-Bonaventura a centrocampo, Suso-Bacca-Niang in attacco. Ancors out Abate, scalzato dall'enfant prodige Calabria. Per la Viola torna Kalinic dal primo minuto. In mezzo al campo, Bernardeschi si prende l'out di destra, dall'altro lato invece Maxi Olivera rileverà Milic.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.