Guardiola difende Mourinho: "Critiche ingiuste verso di lui"

Il tecnico del Manchester City si schiera a favore del suo grande rivale in Premier League: "Non si possono fare certe critiche dopo appena cinque partite".

Mourinho e Guardiola da avversari nell'ultimo derby di Manchester

769 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ed ecco che a un tratto arriva la difesa che non ti aspetti. È quella di Pep Guardiola, che si schiera a protezione del rivale per eccellenza, José Mourinho, finito nell’occhio del ciclone per l'avvio di stagione tutt'altro che esaltante sulla panchina del Manchester United. La loro rivalità ha contraddistinto gli ultimi anni, nei loro 17 precedenti non sono mancate mai scintille, polemiche e recriminazioni da ambo le parti.

A partire da questa stagione è iniziata una nuova tappa di questo eterno confronto, con entrambi a occupare le panchine dei due club di Manchester: almeno per il momento se la sta passando decisamente meglio Pep, forte del primo posto e delle sue 5 vittorie in altrettante partite di Premier League. Situazione opposta per Mourinho, che nel giro di 9 giorni - tra il 10 e il 18 settembre - è riuscito a perdere tre gare consecutive: la prima proprio nel derby contro il Manchester City, poi Feyenoord in Europa League e infine con il Watford di Walter Mazzarri in campionato. 

La difesa del Pep

Lo “Special One” si è già difeso per conto suo, attaccando gli "Einstein del calcio" (così ha definito i critici) subito dopo la vittoria per 3-1 sul Northampton Town. Ma anche l'allenatore dei Citizens ha voluto mettersi dalla parte del collega portoghese:

Non trovo giusto tutto quello che in questo momento viene detto e scritto sui miei colleghi che non stanno vincendo. Siamo appena alla quinta giornata e già ci sono giudizi.

Critiche esagerate

Pep Guardiola scende dunque in campo per difendere Mou, e il ruolo dell'allenatore in generale, dalle continue critiche dei tabloid britannici. Perché anche se il suo Manchester City è partito nel migliore dei modi, il tecnico spagnolo sa che arriverà il momento delle critiche, fisiologico per ogni allenatore.

Io, i giocatori e il club sappiamo perfettamente cosa ci aspetterà quando le cose non andranno bene. Ma bisogna capire che non si può vincere sempre, né fornire prestazioni convincenti in ogni gara.

E magari quando (e se) accadrà, anche Mourinho farà lo stesso per lui.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.