Mal di pancia Mourinho: Drinkwater e Sergio Ramos come medicine

Proprio come Pogba, Drinkwater è cresciuto nelle giovanili dello United. Adesso il Manchester vuole fare marcia indietro. Per la difesa si pensa a Sergio Ramos.

Mourinho

704 condivisioni 0 commenti

di

Share

In 'Josè' veritas. Mourinho, si sa, è un uomo tutto d'un pezzo. 'Special One', quando vince. Normale come gli altri, quando perde. Già, la legge marziale del calcio è uguale per tutti: anche per il profeta di Setubal. E al Manchester United, malgrado ci si trovi soltanto ai primi albori della stagione, il momento è delicato. Leggere la contabilità di casa per credere: tre sconfitte di fila. La prima maturata nella battaglia campale contro l'altro Manchester, quello azzurro che procede a gonfie vele. La seconda targata Feyenoord, in Europa League. La terza, dulcis in fundo, in campionato contro il Watford, per la gioa dell'amico Mazzarri. Disastro. E lui, José? In Inghilterra non la toccano piano: è nervoso, stanco e incerto.

La rabbia di Pogba contro il Watford

Quando si perde, i tifosi non tollerano più la superbia. Inevitabilmente, arrivano insulti e malinconia. Non solo, perché è il campo il giudice supremo. La difesa scricchiola. Il centrocampo è vulnerabile. Pogba, soprattutto, allo stato attuale dell'arte non vale 100 milioni. Forse, nemmeno la metà. Il francese è avulso dalla manovra, privo di una precisa collocazione tattica. Allora José, giocoforza, si deve spremere le meningi. Deve trovare delle soluzioni, anche al suo mal di pancia. Per questo, già si pensa al mercato: sempre sia lodato. Mourinho, infatti, pare aver individuato la panacea ai mali dello United: Danny Drinkwater.

Drinwater, campione d'Inghilterra con il Leicester

Lo specialista e creatore della manovra del Leicester potrebbe seguire la scia tracciata da Paul Pogba. Proprio come il genio francese, Danny, ai primi albori della sua carriera, fu scartato senza cognizione di causa dalle giovanili del Manchester United. Errore imperdonabile? Quasi, perché secondo la stampa inglese i Red Devils sono pronti a fare marcia indietro. Addirittura, a gennaio, dall'Old Trafford verrà formalizzata un'offerta di 35 milioni in direzione King Power Stadium.

Sliding Doors

Troppo eccezionale per non lottare per riaverlo. E chissà come sarebbe finita la carriera di Danny se non avesse lasciato anzitempo lo United. Intanto questo classe 1990 la scorsa stagione è entrato negli annali del pallone grazie alla favola dipinta con il suo Leicester. Ma prima, dal 2006 al 2009, Drinkwater si plasma dalle parti di Manchester. Dopodiché, il ragazzo migra per le campagne inglesi facendo incetta di prestiti: dall'Huddersfiled Town, il Cardiff City, il Watford e al Barnsley in soli tre anni.

Poi la svolta. Leicester. Nel gennaio 2012 passa a titolo definitivo alle Foxes per soli 900 mila euro. E qui la storia è nota. Ora, però, la biografia di questo ragazzo rischia di essere nuovamente aggiornata. Mourinho è convinto: Drinkwater è l'homo novus per il suo centrocampo. Pronti 30 milioni di pound. Averlo, tuttavia, sarà impresa ardua: Drinkwater ha appena rinnovato fino al 2021 e guadagna 90 mila sterline a settimana. E poi, da non sottovalutare, gioca la Champions League, cosa impossibile per il momento allo United.

Mourinho, in queste ultime settimane, ha perso l'aria del vincente che aleggiava su di lui. Di conseguenza ne risente tutta la squadra. I problemi, per il Manchester, ci sono in ogni zona del rettangolo verde. Difesa in primis. La coppia di difensori formata da Bailly e Smalling non dà garanzie e necessita di essere collaudata: ma non c'è tempo.

Sergio Ramos, pazza idea

Il mercato non muore mai, soprattutto nella mente di Mou. José in testa ha un solo nome: Sergio Ramos. Lo spagnolo, già allenato dallo Special One nelle tre stagioni sulla panchina del Real Madrid, è il difensore giusto per puntellare la retroguardia dello United: esperto e in grado di muoversi in ogni rango della difesa con l'aurea nobile e virtuosa del difensore navigato. Ovvio, costa tanto. Secondo le indiscrezioni provenienti dalla Spagna, per il capitano dei Blancos gli inglesi sono pronti a mettere sul piatto ben 50 milioni. Offerta monstre, per un difensore immenso.

Come Van Gaal

Sogni e desiderata di mercato a parte, José deve fare in modo che il verbo del suo calcio rivoluzionario attecchisca nel feudo di Manchester. Intanto, il portoghese ha appena attraversato la settimana più nefasta della sua carriera. Addirittura, i supporter dei Red Devils l'hanno paragonato al suo predecessore, Louis van Gaal. Non tanto per i lineamenti fisiognomici, bensì per gli scarsi risultati. Allarme Red.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.