Tottenham terzo e imbattuto, il KO in Champions League è alle spalle

Gli Spurs, con la vittoria per 1-0 contro il Sunderland, mantengono la loro imbattibilità in questo inizio di stagione in Premier League e balzano al terzo posto in classifica.

Kane festeggia per il suo secondo gol stagionale in Premier League

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Ripetersi e se possibile migliorarsi. Era ed è questo l'imperativo del Tottenham di Mauricio Pochettino, che dopo la scorsa straordinaria stagione si presentava ai nastri di partenza di questo campionato come una delle favorite al titolo. L'arrivo in Premier League di gente come Conte, Mourinho e Guardiola e di giocatori come Paul Pogba, Zlatan Ibrahimovic, Leroy Sané e Ilkay Gundogan, hanno però spostato su altri lidi le attenzione di media e appassionati. 

Dopo un mese e cinque partite, inizia a delinearsi una classifica che presumibilmente ci accompagnerà fino al termine della stagione: guida il Manchester City a punteggio pieno, seguito proprio dalle altre 7 squadre che possono puntare ai piani alti della classifica (non per forza al titolo). Tra queste, troviamo il Tottenham. Grazie alla vittoria per 1-0 di ieri pomeriggio, firmata dal solito e indomabile Harry Kane, gli Spurs approfittano della sconfitta di Chelsea e Manchester United per piazzarsi comodamente e in solitaria al terzo posto in classifica

La squadra non ha subito grossi cambiamenti e al contempo, ha mantenuto intatto il suo stile gioco, una delle caratteristiche migliori della scorsa annata. Un team giovane, con una grande etica del lavoro e voglia di vincere. La partita di ieri ne è una dimostrazione: 31 tiri in porta e il 73,8% di possesso palla.

Numeri importanti che, seppur ottenuti contro una delle squadre più in difficoltà dell'intero campionato, riflettono perfettamente la mentalità di Pochettino:

Vogliamo giocare bene e creare tante occasioni. Sono contento per la prestazione, c'è stata una scossa nello spogliatoio dopo la sconfitta in Champions League contro il Monaco. Abbiamo ottenuto meritatamente i tre punti, anche se avremmo forse meritato qualche gol in più vista la miriade di occasioni create. Sono comunque orgoglioso dei miei ragazzi. 

Vittima di tutto questo il Sunderland di David Moyes, alla quarta sconfitta in cinque partite. La squadra, allenata dall'ex Everton, è sembrata quasi impotente davanti alle folate offensive degli avversari, incapace di creare anche una singola occasione da gol. Il manager scozzese ha cosi commentato la prestazione dei suoi: 

Abbiamo forse avuto una sola occasione su un errore difensivo del Tottenham ma abbiamo fallito. Dobbiamo essere bravi a sfruttare le poche occasioni che si creano durante i 90 minuti. Sono contento per Pickford, è un ragazzo dalle ottime prospettive, anche se deve lavorare ancora molto per migliorare. Per il resto, non posso far altro che continuare a mantenere alta l'autostima dei ragazzi e farli lavorare al meglio durante la settimana. I risultati arriveranno sicuramente. 

In settimana, entrambe le squadre torneranno in campo per la coppa di Lega. Gli Spurs ospiteranno il Gillingham, formazione di League One, capace di eliminare il Watford nel turno precedente, mentre i Black Cats rimarranno a Londra dove affronteranno in trasferta il QPR. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.