Storico Siviglia, prima squadra spagnola con 11 stranieri in campo

Per la prima volta nella storia della prima divisione spagnola, una squadra si è presentata in campo senza nemmeno un calciatore iberico nella formazione titolare.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Nella testa del Siviglia, la trasferta di Eibar doveva servire a interrompere finalmente quella striscia di 20 gare esterne di fila in campionato senza vittorie, che perdura ormai dal maggio 2015. E invece, l'1-1 di Ipurua passerà agli archivi per un altro motivo: per la prima volta nella storia della Liga, una squadra è scesa in campo senza nemmeno un giocatore spagnolo nell'undici titolare

Il tecnico Sampaoli ha schierato una formazione che prevedeva quattro argentini (Mercado, Kranevitter, Correa e Vietto), tre francesi (Rami, Kolo e Ben Yedder), un italiano (Sirigu), un portoghese (Carrico), un brasiliano (Ganso) e perfino un giapponese (Kiyotake). Ma, per l'appunto, nessuno spagnolo, quando soltanto pochi giorni prima, contro la Juventus in Champions League, ne erano stati inseriti quattro tra i titolari: cioè Rico, Escudero, Sarabia e Iborra.

La deriva esterofila è durata poco, meno di un quarto d'ora, il tempo necessario all'ex milanista Adil Rami per procurarsi un infortunio ed essere sostituito dal castigliano purosangue Sergio Escudero, ma abbastanza da garantire al Siviglia un posto nella storia del calcio spagnolo (oltre a quello che gli spetta di diritto per il record delle 5 Coppa Uefa/Europa League conquistate). 

Icardi contro l'UdineseGetty
Inter-Udinese 2015-16, 22 stranieri titolari per la prima volta nella storia della Serie A

In Italia abbiamo scollinato molto tempo fa: già nel novembre 2005 l'Inter, e chi se no, affrontò l'Artmedia Bratislava in Champions League con nemmeno l'ombra di un italiano. E il 23 aprile scorso siamo saliti di livello, sempre grazie all'Inter e a Roberto Mancini, allenatore nerazzurro già 10 anni prima, con la fondamentale collaborazione dell'Udinese: quel match di San Siro, infatti, è stato il primo della storia della Serie A a essere inizialmente popolato di soli stranieri su entrambi i versanti. Eppure, non è un record assoluto: quello appartiene al campionato meno autarchico per eccellenza, la Premier League, con Porstmouth-Arsenal del 30 dicembre 2009.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.