Eintracht Francoforte, il ritorno di Russ: dal tumore al rinnovo

A distanza di quattro mesi dalla terribile scoperta del cancro ai testicoli, il 31enne difensore prolunga il suo contratto con il club tedesco: "A gennaio in campo".

Marco Russ firma il prolungamento con l'Eintracht Francoforte

648 condivisioni 0 commenti

di

Share

La sua battaglia non è ancora vinta completamente, ma questo è il primo passo per uscire una volta per tutte dall'incubo vissuto negli ultimi quattro mesi da Marco Russ. Il 31enne difensore dell'Eintracht Francoforte ha appena prolungato il suo contratto di due anni, da giugno 2017 a giugno 2019. E non si tratta di un'operazione di rinnovo come tante altre, no. Questa ha un significato molto più profondo.

La scoperta

Solo quattro mesi fa Marco Russ aveva scoperto di avere un tumore ai testicoli. Lo ha saputo per caso, con un test antidoping dopo la gara di Bundesliga con il Darmstadt che aveva evidenziato più di qualche valore sballato. Così si è sottoposto a nuovi controlli, fino a conoscere due settimane dopo la terribile diagnosi. 

In quel momento il suo Eintracht si preparava ad affrontare l'andata dello spareggio salvezza contro il Norimberga (19 maggio), quando decise di rimandare l'operazione pur di scendere in campo e dare una mano ai suoi compagni. Una scelta che, tra l'altro, all'epoca creò anche qualche polemica per chi vedeva delle misteriose dietrologie dietro tutta questa vicenda.

Lui non poteva essere sereno, fu evidente anche dall'autogol che regalò il momentaneo 0-1 degli avversari. Ma la sua sola presenza in campo diede una carica in più ai suoi compagni, che prima pareggiarono 1-1 e poi, nella gara di ritorno, vinsero 0-1 in trasferta ottenendo la salvezza. Nella seconda partita lui non c'era, sia perché squalificato, sia perché decise di sottoporsi all'operazione chirurgica per asportare il tumore e iniziare poi il percorso di riabilitazione e chemioterapia.

Il rinnovo

Oggi la notizia del rinnovo di contratto e la possibilità di tornare in campo per allenarsi con i suoi compagni già a gennaio.

Chiunque mi conosce sa che io, con l'eccezione di una breve esperienza al Wolfsburg, dal 1996 ho sempre giocato per l'Eintracht. Per questo sono lieto e orgoglioso di essere in grado di continuare a giocare fino al 2019. Ringrazio la società e l'allenatore che hanno voluto darmi fiducia nonostante la mia situazione attuale.

Una decisione che, come spiega il direttore sportivo Bruno Hübner, non è mai stata messa in dubbio:

Sappiamo quello che dobbiamo a Marco ed era chiaro che volessimo rinnovare con lui. È un giocatore che sa sempre cosa dire, non solo in campo ma anche fuori, quando aiuta con i suoi consigli i giocatori giovani. Marco è un modello di professionalità, ha l'atteggiamento giusto ed è uno di casa per l'Eintracht Francoforte. Ora vogliamo che continui nel migliore dei modi il suo recupero.

Per concludere la favola adesso non resta che aspettare il suo ritorno in campo. Un altro passo in avanti per conquistare la vittoria più importante.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.