Chelsea, l'amarezza di Conte: "Non voglio finire al 10° posto"

Prestazione sontuosa dei Reds che sbancano Stamford Bridge grazie ai gol di Lovren ed Henderson. Inutile il gol che illude Conte firmato dal solito Diego Costa.

Liverpool

829 condivisioni 0 commenti

di

Share

È stato un match bellissimo quello che ha aperto la quinta giornata di Premier League andato in scena ieri sera allo Stamford Bridge fra il Chelsea di Antonio Conte e il Liverpool di Jurgen Klopp. Gran primo tempo giocato dai Reds, che vanno all'intervallo avanti 2-0 grazie al gol di Lovren e allo splendido gioiello realizzato da Jordan Henderson. Nella ripresa ci pensa il solito Diego Costa ad accorciare le distanze (per lui 5 gol in altrettanti match), ma non basta. Con questi 3 punti il Liverpool aggancia proprio gli uomini di Conte a quota 10 in classifica. 

La felicità di Jurgen Klopp

Decisamente soddisfatto l'allenatore dei Reds, che a fine partita elogia i suoi giocatori:

Abbiamo giocato una partita migliore di quanto potessi aspettarmi. L'avversario era ostico, è stata una gara intensa, siamo ancora a inizio stagione. Il nostro gioco specialmente nel primo tempo è stato brillante. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, nella ripresa abbiamo gestito il risultato.  

L'allenatore tedesco poi commenta quello che da molti addetti ai lavori viene definito il "calcio di Klopp", con riferimento al suo 4-3-3 molto offensivo:

Non c'è un tipo di calcio di Klopp, semplicemente ci adattiamo a quelle che sono le caratteristiche dei nostri giocatori e proviamo a vincere più partite possibili. Ho sentito pronunciare la parola "rischio" troppo spesso. Quando abbiamo la palla giochiamo, quando ce l'hanno gli avversari difendiamo. 

Amareggiato Antonio Conte

Visibilmente deluso e scuro in volto Antonio Conte:

Non vogliamo ripetere la brutta stagione dell'anno scorso. Quest'anno allenatore, giocatori e società devono prendersi tutti le loro responsabilità. Ripeto, non voglio finire la stagione al 10° posto. Se finisci in quella posizione vuol dire che devi lavorare duramente per migliorare.

Antonio Conte

Il manager dei Blues è stato pubblicamente criticato da Thierry Henry, che nel post partita ha dichiarato di non aver ben compreso la motivazione per cui il tecnico italiano avesse aspettato gli ultimi 10 minuti per effettuare le tre sostituzioni disponibili. A detta del campione francese, questo avrebbe impedito ai Blues di tentare l'assalto nel finale di gara.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.