"Buonasera, sono Alvaro Morata e sono tornato"

Con un gol in pieno recupero allo Sporting Lisbona, Alvaro Morata porta i primi i tre punti europei in casa Real Madrid: il ruolo di vice-Benzema sembra essergli sempre più stretto.

639 condivisioni 0 commenti

di

Share

Buonasera, sono Alvaro Morata e sono tornato

Se quel colpo di testa contro lo Sporting a tempo scaduto potesse parlare, direbbe più o meno queste parole. Nella notte del ritorno in campo di Benzema e della BBC, il lampo che ha chiuso la rimonta del Real suona come un messaggio per Zidane. Esattamente come tre anni fa, quando aveva lasciato Madrid. Era l'anno della Décima e nessuno ci aveva fatto caso, ma lui aveva già cominciato a scrivere un bigliettino: due gol in pieno recupero contro l'Espanyol per ribaltare una partita che Pizzi stava trasformando in un incubo.

Ma più che il risultato, allora, era il significato che contava: "Vado via, ma tornerò". Già contro il Celta, un palo e un gol, aveva dimostrato di essere qualcosa in più che un vice-Benzema.

Ma col francese indisponibile non era la stessa cosa. Perchè Alvaro è uno che sgomita, che lotta, che ha bisogno di un obiettivo preciso per puntarlo e superlarlo. Magari proprio entrando al suo posto. E tre anni dopo, si può dire che Alvaro Morata è davvero tornato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.