Leicester, esordio in Champions League. Ranieri: "Siamo pronti"

Stasera a Bruges le Volpi esordiscono da matricole in Champions, il manager: "Rispetto per tutti, ma vogliamo andare avanti e scrivere un'altra pagina della nostra favola".

637 condivisioni 0 commenti

di

Share

Cominciano stasera, alle 20.45 sul campo del Bruges, le riprese del sequel di 'Mission Impossible1-The Premier League'. Questo si intitola 'Mission Impossible2-The Champions League', con la regia sempre di Claudio Ranieri e attori protagonisti i giocatori del Leicester. Il "regista" sa bene che non sarà facile replicare l'inatteso successo di MI1, ma non vuole nemmeno che il sequel sia un flop:

Sì, il Leicester ha vinto la Premier League, è stato fantastico, ma è dietro di noi. Adesso c'è una nuova sfida. Noi vogliamo sicuramente fare qualcosa di buono. Ma lentamente, con calma. Non è possibile dire adesso che vinceremo la Champions, no. Dobbiamo combattere e avere molto rispetto per tutti. Poi si vedrà.

Ranieri e i giocatori del Leicester preparano la tattica per il match di esordio in Champions League

Ranieri, il club e tutti i tifosi conoscono benissimo la storia del Leicester, nessuno ha dimenticato che solo otto anni fa la squadra si dibatteva in terza divisione, dove i suoi avversari erano lo Yeovil Town e il Cheltenham, per questo il manager vuole che i suoi ragazzi, ma anche i fan, si godano questa esperienza straordinaria che si sono guadagnati:

La maggior parte dei miei giocatori conoscono la Champions League solo per averla guardata in televisione. Dobbiamo pensare che si tratta di una fantastica esperienza, un grande regalo per tutti, perché i giocatori hanno lavorato duramente per raggiungere questo obiettivo. 

Robert Huth, 9 presenze col Chelsea, è uno dei pochi giocatori del Leicester ad avere esperienza in Champions

Solo tre uomini, Fuchs, Huth e Amartey, del probabile 11 di partenza del Leicester hanno qualche esperienza nella massima coppa europea. Sono altre le favorite secondo Ranieri, che comunque sa come stimolare i suoi:

Nel girone affronteremo Bruges, Porto e Copenaghen, tutte squadre molto più esperte di noi. Noi dobbiamo rispettare i rivali, ma dobbiamo dare sempre il massimo, in ogni partita, contro chiunque, perché vogliamo scrivere un'altra pagina della nostra fantastica favola. Perché se credi che possa accadere qualcosa di buono, magari succede. Ma se non ci credi, non succede.

Wes Morgan, 32 anni, capitano del Leicester, non ha mai giocato nelle coppe europee

Claudio conosce il calcio e la Champions e sa bene che a una squadra come la sua bisogna predicare tranquillità e instillare fiducia. In fondo, se Mission Impossible1 ha sbancato i botteghini è stato grazie al suo approccio gioioso, lontano da ogni stress, quasi al limite dell'incoscienza. Perché cambiare sceneggiatura?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.