Le squadre della prossima Eurolega: Baskonia Vitoria Gasteiz

Dopo aver centrato le Final Four 2016, i baschi hanno dovuto rifondare quasi completamente la squadra. All’appello mancano almeno un paio di giocatori.

Gli spagnoli ha rifondato la squadra

71 condivisioni 0 commenti

di

Share

E' stata una delle squadra più sorprendenti dell'ultima Eurolega.
Un squadra capace di divertire il pubblico con un bel gioco e di vincere partite importanti grazie ad un "killer instincts" non comune a tutti. Non a caso, a coronamento dell'ottima stagione, sono arrivate le Final Four. A Berlino, però, la squadra spagnola si è dovuta arrendere al Fenerbahce prima, e al Lokomotiv poi.

In estate, però, la squadra è stata letteralmente "saccheggiata" dei pezzi migliori.
Coach Perasovic, l'artefice dell'ottimo gioco espresso dalla squadra, è volato in Turchia, sulla panchina dell'Efes. Ioannis Bourousis e Mike James, invece, sono volati in Grecia, direzione Panathinaikos. Fabien Causeur ha scelto la Germania, Bamberg per la precisione. Darius Adams è andato in Cina; Davis Bertans in NBA, a San Antonio. 

Se n'è andato persino lo storico sponsor. Laboral Kutxa, dopo sette anni, non sarà più il main sponsor della squadra.

Ioannis Bourousis, il migliore del Baskonia 2016, è andato al Pana

La squadra basca si è dovuta quindi dovuta rimboccare le maniche, mettendosi immediatamente alla ricerca di sostituti all'altezza dei partenti.

Innanzitutto a sostituire coach Perasovic, dopo i nomi di Obradovic e Radonjic, è arrivato coach Sito Alonso, che nell'ultima stagione era a Bilbao.

Il primo giocatore, invece, è arrivato dalla NBA: Shane Larkin. Playmaker americano, classe '92, alla prima esperienza in Europa. Larkin ha giocato 202 partite in NBA con le maglie di Dallas Mavericks, New York Knicks e Brooklyn Nets. Nell'ultima stagione ha viaggiato a 7.2 punti di media a partita, a cui ha aggiunto anche 2.3 rimbalzi e 4.4 assist.

Sempre dalla NBA è arrivato un altro colpo decisamente pesante: Andrea Bargnani.
Ex prima scelta assoluta al Draft del 2006, l'azzurro ha alle spalle ben 10 stagioni nel campionato a stelle e strisce. Giocatore dal talento smisurato, capace di chiudere la stagione 2010/2011, a Toronto, a 21.4 punti di media a partita. Le ultime stagioni del "Mago", però, non sono state fortunate, tanto da essere tagliato a metà stagione dai Brooklyn Nets. Anche prima, ai Knicks, le cose non sono andate meglio, dove si è preso l'etichetta di sopravvalutato.

Sono arrivati anche Rodrigue Beaubois e Rafa Luz. Il primo arriva da Strasburgo, e ha chiuso l'ultima Eurolega a quasi 12 punti a partita e a oltre 16 nel campionato francese. Il francese ha alle spalle anche 4 stagioni a buon livello in NBA, a Dallas.
Rafa Luz, invece, arriva dal Flamengo, nel campionato brasiliano. Il brasiliano conosce bene la Liga spagnola, avendo già giocato a Malaga, Granada, Alicante e Obradoiro.

Vanno aggiunti anche i confermati Hanga, Blazic e Diop. Anche le ali Shengelia e Tillie sono rimaste a Vitoria.

Rodrigue Beaubois, nuovo play del Baskonia

La squadra è tutt'altro che completa. Al momento, in prova coi baschi c'è Kyle Rowley, lungo di Trinidad in uscita da Ourense. Ma non basta per tornare ai livelli dell'ultima stagione: al momento, è una grande scommessa. Bargnani viene da una stagione in cui ha giocato pochissimo. Larkin è alla prima esperienza europea. Beaubois e Luz non sono Adams e Bertans.
La nuovo Baskonia, per ora, è un grande enigma. Vedremo se sapranno mettere a tacere i più diffidenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.