Joel Pohjanpalo, identikit del carneade che sta stupendo la Bundesliga

Il finlandese del Leverkusen, che condivide la vetta della classifica marcatori con Lewandowski, è l’uomo del momento in Bundesliga. Fino a pochi mesi fa giocava in seconda serie.

Pohjanpalo

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

La sua tripletta all’Amburgo ha fatto impazzire i tifosi del Bayer Leverkusen, tanto che in Germania sta rubando titoli e copertine persino a Robert Lewandowski. Joel Pohjanpalo è l’uomo del giorno in Bundesliga e lui può festeggiare il suo compleanno – 22 candeline il 13 settembre – da capocannoniere in coabitazione proprio col polacco del Bayern Monaco, 4 gol in 2 partite.

Pohjanpalo con la maglia della Nazionale finlandese nel 2014

Ma chi è Joel Pohjanpalo? Nato a Helsinki nel 1994, comincia a giocare a calcio fin da bambino, cresce nelle giovanili del HJK, il club della capitale finlandese, e segna gol a valanga. A 17 anni lo portano in prima squadra e non ne esce più, anzi presto debutta in Champions League, realizzando una doppietta contro il Reykjavik che richiama le attenzioni di alcuni grandi club europei. Lo chiama per primo il Liverpool, ma lui, glaciale, rifiuta un contratto di tre anni:

Sì, è vero, non andai al Liverpool perché volevo giocare, non fare panchina.

Per lo stesso motivo, quando nel 2013 accetta la corte del Bayer Leverkusen, Pohjanpalo – che si pronuncia Poe-yan-pal-oh – chiede di andare in prestito per fare esperienza. Viene accontentato: una stagione all’Aalen e due al Fortuna Düsseldorf in 2.Bundesliga, con una ventina di gol complessivi, oltre a 4 segnati in Nazionale, dove conta già 20 presenze.

Pohjanpalo ha giocato due anni in prestito nel Fortuna Düsseldorf

Quest’estate il Leverkusen ha esercitato il diritto di riscatto e, complice l’infortunio di Kiessling e qualche assenza di Chicharito e Volland, Joel ha avuto le sue chance. Piccole per la verità, due frammenti di partita, ma lui le ha azzannate, sfruttandole fino in fondo: 4 gol in 32 minuti, alla media pazzesca di una rete ogni 8 minuti.

Rudi Völler, uno che di gol se ne intende, ha detto di lui:

La più grande dote di Joel? Ha un fiuto rarissimo e innato per il gol.

A Moenchengladbach, Pohjanpalo ha segnato il suo primo gol in Bundesliga un minuto dopo essere entrato in campo

Effettivamente, se due indizi fanno una prova, Rudi deve avere davvero ragione. Nel primo turno di Bundesliga, infatti, Pohjanpalo ha impiegato solo un minuto per andare a segno: a Mönchengladbach è entrato al 78’ al posto di Aranguiz, con la sua squadra sotto 1-0, e al 79’ aveva già segnato. Ancora meglio ha fatto sabato scorso contro l'Amburgo: entrato al minuto 72’, con il Bayer di nuovo sotto di un gol, ha rovesciato il tavolo, realizzando una tripletta storica e portandosi a casa il pallone.

Contro l'Amburgo, invece, Joel ha segnato tre gol in venti minuti

I tifosi lo hanno già soprannominato "L’uomo di ghiaccio" e "Il pericolo" – per le difese avversarie, s’intende – e Schmidt gongola per aver trovato in casa una soluzione in più per il suo attacco, ma lui non si scompone:

Sono un attaccante e cerco semplicemente di segnare in ogni partita, a ogni possibilità che mi si presenta. Se non ci riesco non sono felice.

Allora sarà davvero molto felice, Joel, l’uomo di ghiaccio che insidia Lewandowski e piace a Rudi Völler.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.