Ancelotti, esordio col botto in Champions League: gran serata per Kimmich

I bavaresi esordiscono in Champions vincendo 5-0 contro il Rostov, Kimmich è il protagonista della serata con due reti. Di Lewandowski, Muller e Bernat gli altri gol.

675 condivisioni 0 commenti

di

Share

Carlo Ancelotti può essere soddisfatto della prova del suo Bayern Monaco. I bavaresi hanno bagnato l’esordio nel Girone D di Champions League con un roboante 5-0 sul Rostov. Quasi un allenamento per la corazzata tedesca in vista della sfida di sabato 17 settembre contro l'Ingolstadt (diretta alle 15.30 su Fox Sprts, canale 204 di Sky). Il match si è messo subito in discesa dopo il rigore realizzato da Lewandowski, ma era scontato che il club russo non potesse rappresentare un problema per questo Bayern. Le altre reti sono state realizzate da Muller, Bernat e Kimmich (doppietta).

Ancelotti
Ancelotti e quell'ossessione chiamata Champions League

"Tutto più facile dopo il rigore"

Con la partita di ieri Ancelotti è diventato il primo allenatore della storia ad aver partecipato alla Champions League sedendo su sette panchine diverse (Parma, Juventus, Milan, Chelsea, PSG, Real Madrid e Bayern). Un record secondario per lui, che nel post-partita si limita a commentare la prova dei suoi:

L’approccio non è stato dei migliori. Il Rostov si difendeva bene e non concedeva spazi. Dopo il rigore, però, è stato tutto più facile. Abbiamo creato tante occasioni. Siamo stati bravi perché non abbiamo potuto preparare al meglio questa partita. Avevamo visto giocare il Rostov soltanto nei due match con l’Ajax, non conoscevamo molto bene il nostro avversario.

Ancelotti ha poi spiegato la sostituzione di Hummels nel secondo tempo:

Ha avuto un problema fisico all'inizio della ripresa, non me la sono sentita di rischiare e ho preferito sostituirlo. È un giocatore troppo importante per noi.

Kimmich
Due gol per Kimmich

La grande serata di Joshua Kimmich

Quella contro il Rostov, però, sarà ricordata principalmente come la serata di Joshua Kimmich. Il tedesco classe 1995, nel giro di nove giorni, ha realizzato la sua prima rete con la Germania di Löw nella gara di qualificazione ai prossimi Mondiali contro la Norvegia, il primo gol in Bundesliga nella vittoria contro lo Schalke e, nella serata di ieri, i primi due gol in Champions League.

Kimmich è stato lanciato la scorsa stagione da Pep Guardiola che, a causa dell'emergenza difensiva,  ha iniziato a impiegarlo come centrale. Durante gli Europei, poi, è stato Löw a spostarlo sull'out difensivo. La svolta arriva con l’approdo di Ancelotti sulla panchina del Bayern. Il tecnico italiano decide di cucirgli addosso il ruolo di esterno o mezzala, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Adesso il talentino non vuole più fermarsi, l'ascesa è appena iniziata. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.