Le squadre della prossima Eurolega: Stella Rossa Belgrado

La squadra serba si è indebolita, perdendo tre giocatori fondamentali. A guidare la squadra sono tornati Charles Jenkins e Milko Bjelika . Basterà?

La squadra serba ha perso giocatori importanti

37 condivisioni 0 commenti

di

Share

E' stata la vera sorpresa dell'ultima Eurolega, arrivando, per la prima volta nella sua storia, ai playoff, dove è stata spazzata via dal quel CSKA che poche settimane dopo ha vinto il titolo europeo.
Si è anche portata a casa due dei tre titoli nazionali in cui era in corsa, vincendo la Lega Adriatica e la Lega Serba.

La Stella Rossa di Belgrado viene, quindi, da una stagione molto positiva, in cui è stata letteralmente trascinata da tre giocatori su tutti: Mike Zirbes, Quincy Miller e Tarence Kinsey.

E proprio dopo la stagione davvero superlativa, la Stella Rossa ha dovuto salutare i suoi pezzi da novanta, lusingati ed attratti da altre piazze importanti d'Europa. I primi due, infatti, sono finiti al Maccabi Tel Aviv, mentre Kinsey è finito all'ambizioso Hapoel Gerusalemme.

Quincy Miller, superstar della Stella Rossa nella passata stagione

In estate, quindi, la Stella Rossa è dovuta ripartire da zero. La strada scelta dai serbi è stata quella dell'"usato sicuro".

Infatti, il primo innesto è stato il ritorno di Charles Jenkins, playmaker americano (ma con passaporto serbo) di ritorno dall'Olimpia Milano, dopo un'annata decisamente opaca. Jenkins ha già vestito la maglia della Stella Rossa dal 2013 al 2015, con numeri decisamente importanti.
Il ritorno, però, è stato un po' burrascoso. Infatti, il giocatore appena arrivato a Belgrado ha saltato i primi allenamenti con la squadra per problemi legati ad accordi finanziari. Il problema è poi rientrato e ora il giocatore è pronto al 100% per giocare.

Altro ritorno importante è quello Milko Bjelika. Giocatore serbo, classe '84, che torna alla Stella Rossa dopo aver girato l'Europa. Nell'ultima stagione era al Darussafaka, in Turchia, con cui ha viaggiato a 7.5 punti di media in Eurolega.
Anche il suo ritorno non stato così "facile". L'accordo tra le parti, infatti, era già arrivato a luglio, salvo poi saltare. Alla fine il giocatore ha deciso di tornare a casa, nella squadra che lo ha lanciato.

L'ultimo arrivo è stato quello di Ognjen Kuzmic, lungo serbo con passaporto bosniaco. Centro di 214 centimetri, Kuzmic ritorna in patria anche lui dopo aver vestito le maglie di Golden State, in NBA, e del Panathinaikos, col quale ha chiuso l'ultima stagione.

Charles Jenkins, tornato alla Stella Rossa

Sono stati rinnovati anche i contratti di Stefan Jovic, di Marko Simonovic e Nemanja Dangubic. Sono rimasti anche il capitano Luka Mitrovic, scelto con l'ultima chiamata al draft 2015 dai Philadelphia 76ers, e il coach Dejan Radonjic, che ha deciso di rimanere a Belgrado nonostante i corteggiamenti di diversi club di Eurolega, Baskonia su tutte.

La squadra di Belgrado si è sicuramente indebolita rispetto alla stagione scorsa.
Anche il budget non è da top club di Eurolega (solo 6 milioni di euro), ma la scelta è stata voluta dalla società stessa.
La Stella Rossa, infatti, ha deciso di fare una squadra di prospettiva, che punta sui propri giovani. Tolti Bjelika, Jenkins, Lazic e Simonovic, infatti, la squadra è composta da ragazzi dal '90 in su: si va da Mitrovic ('93) a Rebic ('95), da Kuzmic ('90) a Guduric ('95), fino ad arrivare a Simanic ('98).

Vedremo se la scelta fatta dalla società serba alla lunga pagherà. Sicuramente ripetere l'annata della scorsa stagione sarà davvero difficile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.