Liga, clamoroso al Camp Nou: Barcellona-Alaves 1-2

Un Barcellona troppo allegro in difesa stecca al Camp Nou contro la neopromossa Alaves: brutta figura per gli uomini di Luis Enrique, incapaci di proporre gioco.

737 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo il debutto casalingo in campionato di 3 settimane fa culminato con un sonoro 6 -2 inflitto al Real Betis, il Barcellona si ripresenta al Camp Nou ospitando l'Alaves, in una gara valida per la terza giornata di Liga. L'obiettivo è quello di rispondere alle vittorie roboanti ottenute nel pomeriggio dalle due squadre di Madrid: 0-4 per l'Atletico Madrid di Simeone sul difficile campo del Celta Vigo ( in gol con Koke, Correa, e doppietta di Griezman), 5-2 per il Real Madrid al Santiago Bernabeu contro l'Osasuna ( in gol Cristiano Ronaldo, Danilo, Sergio Ramos, Pepe e Modric).

La squadra di casa si presenta con una formazione rimaneggiata, per via dell'assenza di Ter Stegen ( non convocato a causa di un problema muscolare), e con Iniesta, Suarez, e Messi in panchina ( quest'ulitmo in dubbio fino all'ultimo per via di una fastidiosa pubalgia)

Primo tempo deludente

Primi quarantacinque minuti sottotono per la formazione di Luis Enrique, che clamorosamente rientra negli spogliatori sotto 1-0, in virtù del gol realizzato al trentanovesimo da Deyverson. Tanto possesso palla e poche occasioni da gol create per i blaugrana che, privi del suo uomo migliore, si sono dimostrati incapaci di far vedere il gioco spettacolare che li contraddistingue.

La prima vera occasione da gol è al minuto 34 quando Aleix Vidal sugli sviluppi di un calcio d'angolo lascia partire un tiro indirizzato sotto la traversa, ben parato però dal portiere ospite Fernando Pacheco. Cinque minuti più tardi arriva la doccia fredda per i blaugrana: il passaggio di Kiko in area di rigore raggiunge Deyverson, che realizza l'inaspettato 0-1.

Il gol sembra scuotere il Barcellona, che nel finale di tempo, decide di iniziare a giocare: al 40' colossale palla gol sprecata da Neymar che da buona posizione manda di testa a lato; durante l'ultimo minuto di questa prima frazione di gioco occasione anche per Ivan Rakitic che spreca un buon cross dall'area piccola, spedendo il pallone a lato sulla destra.

Non cambia la musica nella ripresa

Dagli spogliatoi esce fuori un'altra squadra, con tutt'altro spirito e grinta. Passano appena 2 minuti e su cross in area di Neymar, Mathieu svetta più alto di tutti e realizza di testa il gol del pareggio. Tre minuti dopo è lo stesso Mathieu che ci prende gusto, e prova a segnare la sua personale doppietta, ma il suo tiro esce di poco sulla destra. Al minuto 60' Luis Enrique decide che è giunto il momento di mandare in campo il suo uomo migliore, Lionel Messi, che prende il posto di Denis Suarez. Quattro minuti più tardi è il turno anche di Andres Iniesta, che prende il posto di Arda Turan.

Il Barcellona sembra ora avere la partita in pugno e attacca in massa, ma al minuto 65' avviene l'imprevedibile: capovolgimento di fronte e Gomez Perei Ibai riporta di nuovo clamorosamente avanti gli ospiti. Il tecnico blaugrana decide così di ricorrere anche a Luis Suarez, che un minuto dopo il gol subito, entra in campo rilevando Francisco Alcacer.

Il diverso tasso tecnico presente in campo si nota eccome: i tre fenomeni in attacco scambiano molto il pallone fra di loro e tentano numerosi fraseggi e verticalizzazioni per spaccare in due la difesa avversaria, ma portano ad un nulla di fatto. Passano i minuti e il Barcellona non riesce a creare grossi pericoli alla difesa ospite, che si difende ordinata. Non c'è un sussulto finale da parte dei blaugrana, che anche nei 3' di recupero concessi dall'arbitro non riescono a creare occasioni degne di nota.

Finisce così, con la la clamorosa vittoria dell'Alaves, che sbanca il Camp Nou per 2-1 grazie alle reti di Deyverson e di Ibai Gomez. Ci sarà tanto da lavorare per gli uomini di Luis Enrique.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.