Centurion come Cassano: gli amici provano a nascondere l'incidente

Centurion prova a fuggire dall'incidente con un livello alcolemico illegale, ma davanti alle telecamere ammette la colpa. Il Boca Juniors lo perdona a due condizioni.

Centurion, centrocampista del Boca

467 condivisioni 0 commenti

di

Share

In principio fu Cassano. Ricordate?

Feci un incidente alle 4 del mattino a 180 km/h perché guidavo telefonando con una mano e mandando sms con l'altra. Chiamai subito mio cugino, lo imbrattai di sangue e lo misi al volante al posto mio prima di chiamare i soccorsi. La patente, in fondo, l'ho comprata a Bari a "buon prezzo".


Diciamo che Ricardo Centurion non è andato alla ricerca di notorietà negativa, ma appare difficile sostenere che l'ex Genoa non se la sia cercata. Giorni fa il trequartista che ora veste la maglia del Boca Juniors si è reso protagonista di un incidente stradale che ha coinvolto tre macchine, per fortuna con 0 vittime. Con tasso alcolemico superiore al limite consentito dalla legge, Centurion ha provato la fuga a piedi in accordo con gli amici che hanno provato a negare la sua presenza in macchina.

Lo scontro del trequartista del Boca Juniors
Tre macchine coinvolte, nessuna vittima


Niente da fare: le immagini riprese dalle telecamere sono eloquenti e l'argentino, su suggerimento del suo avvocato, si è presentato in questura e ha ammesso la colpa. Il Boca Juniors non è affatto contento della vicenda e di come Ricardo Centurion l'abbia gestita. 

Centurion e la foto galeotta
Nella foto il trequartista del Boca Juniors aveva 16 anni

El Wachiturro - così è chiamato in patria Ricardo per l'amore per la Cumbia, particolare tipo di musica colombiana - non è nuovo a vicende extra campo negative. Durante i suoi trascorsi con la maglia del Racing, è riuscito a costruirsi una brutta fama intorno all'Accademia, lo stadio del Racing dove passava tutti i post-partita. 

A sedici anni, galeotto fu lo scatto che lo immortalò con una pistola in mano. Foto che fece il giro dell'Argentina e arrivò in Europa, allontanando i tanti club interessati a quello che allora era il vero crack. Nemmeno in campo Centurion è proprio un esempio di sportività e correttezza, non occorre andare troppo a ritroso nel tempo per ricordare lo sputo nei confronti di un giocatore del Toluca in Copa Libertadores che costò l'espulsione all'argentino. 

Altro episodio che riguarda la sua esperienza con la maglia del San Paolo è rappresentato dal mancato volo verso il Brasile che Centurion non prese perché addormentato sul letto di casa dopo l'ennesima serata passata in discoteca. 

El Wachiturro
Il trequartista del Boca Juniors


Dati alla mano, sono molte le voci e pochi i fatti a condannare Ricardo Centurion che però non ha fatto alcunché per allontanare la brutta fama dal suo nome. Nei giorni immediatamente successivi all'incidente girava su internet un video in cui il giocatore del Boca balla senza freni al concerto di Ariel Pucheta. Lo stesso cantante ha però smentito le speculazioni, affermando che il video è stato girato 15 giorni prima con tanto di prove a seguito. Per il Boca Juniors e per lo stesso Schelotto, l'augurio che psicologo e trasferimento facciano miracoli su Ricardo Centurion.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.