Figo: "CR7 al Barcellona? Nel mercato può succedere di tutto"

E sul suo passaggio dal Barça al Real Madrid: "Quando all'epoca lo comunicai ai dirigenti blaugrana pensavano stessi bluffando per ottenere uno stipendio migliore".

626 condivisioni 0 commenti

di

Share

Prendete il tridente del Barcellona, il famoso MSN composto da tre "mostri" come Lionel Messi, Luis Suárez e Neymar.

Ecco, ora provate ad aggiungere una R, facendo diventare l'acronimo un bel MSRN. Come sigla non suona benissimo, ma sul campo sarebbe certamente devastante. Soprattutto se quella R corrisponde poi al nome di Ronaldo, Cristiano Ronaldo, degli acerrimi rivali del Real Madrid.

Un'utopia, certo. Tutti pensano sia qualcosa di impossibile, di impraticabile. Anzi, non proprio tutti.

Figo non esclude nulla: "Se c'è una clausola..."

C'è un certo Luis Figo, leggenda portoghese, che di passaggi clamorosi ne sa qualcosa e che in una lunga intervista alla rivista online MarcaPlus, in merito a un possibile trasferimento del suo connazionale dal Real Madrid al Barcellona, ha una risposta che lascia un po' spiazzati:

Siamo in un mercato libero. Se c’è una clausola che lo permette, allora tutto può succedere.

Effettivamente la clausola rescissoria c'è, peccato che sia di un miliardo di euro. Difficile, ma non impossibile che qualcuno possa arrivare a tanto pur di arrivare al portoghese.

Il Barcellona pensava che il mio fosse un bluff

L'esperienza di Figo, però, consiglia di non dare nulla per scontato. D'altronde fu lui stesso nell'estate del 2000 a passare clamorosamente dal Barcellona al Real Madrid:

Il primo motivo a spingermi a cambiare è stata la fiducia nei miei confronti mostrata da Florentino Perez. Poi le cose si fecero più serie, arrivò un’offerta. Quando la comunicai al Barcellona, i dirigenti pensarono stessi bluffando per ottenere un contratto migliore.

Nel suo caso, l'accoglienza che i tifosi del Barcellona gli riservarono il giorno del suo ritorno al Camp Nou da avversario non fu certo tenera. Ma non è il ricordo più brutto che Figo ha del mondo del calcio:

La cosa che più detesto sono le bugie e le falsità, quelli che parlano senza sapere. Quello che successe al Camp Nou è il passato e lì è rimasto

Una rivalità che ha contraddistinto un'epoca

E chissà cosa farebbero i tifosi del Real Madrid in caso di tradimento di Ronaldo. Sarebbe davvero qualcosa di impensabile: vedere nella stessa squadra i due fenomeni che hanno segnato questa epoca come Messi e il portoghese.

Un duello eterno che secondo Figo non ha danneggiato l'ex Manchester United:

È il destino. Il suo è coinciso con quello di Messi, ma non con quelli di Zidane e Ronaldo. Tutti loro hanno scritto la storia del calcio e lui deve essere molto contento per quello che ha fatto fino a oggi. Non deve paragonarsi ad altri, se non per motivarsi. Ronaldo, Messi e Iniesta sono comunque i migliori giocatori di oggi.

Portoghese favorito nella corsa al Pallone d'oro

Per quanto riguarda il discorso del Pallone d'oro, però, almeno per quest'anno Ronaldo non dovrebbe avere rivali:

È il suo anno se si guardano i titoli. Non si può mai sapere, ma è il favorito.

Difficile che Messi possa strapparglielo in questa stagione, stavolta nella sfida infinita Cristiano Ronaldo parte troppo in vantaggio. E chissà che un giorno le loro due strade non possano incontrarsi davvero.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.