Il Barcellona vuole blindare Messi e spinge per l'ottavo rinnovo

La Pulce ha detto più volte di voler chiudere la carriera al Barça e il club non vede l'ora di accontentarlo. Bartomeu: "Stiamo lavorando ai rinnovi, ma quello di Messi è essenziale".

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Che sia storia o sia leggenda, le cronache narrano che il primo accordo fra il Barcellona, nella persona del direttore sportivo Carles Rexach, e la famiglia di Lionel Messi sia stato firmato nel 1999 su un tovagliolo di carta. Leo necessitava di cure costose contro l'ipopituitarismo e il club catalano si era offerto di pagargliele se il ragazzo si fosse trasferito nelle giovanili blaugrana.

Un giovane Messi con la maglia del Barcellona

Nel 2001 arriva il primo contratto ufficiale fra Messi e il Barcellona, che batte la concorrenza del... Como. Sì, perché Renato Favero, osservatore della squadra lariana, aveva appena segnalato il giovane Leo al presidente Preziosi:

Favero mi parlò di questo fenomeno di 14 anni che costava 50mila dollari. Non che l'abbia scartato, ma non me la sentii di scommettere quella cifra per un ragazzo giovane e un po’ gracile.

Il presidente del Barcellona Bartomeu ha spiegato che vuole blindare Messi

Chiusa in fretta la sliding door con vista sul lago, Messi comincia la sua carriera straordinaria e il Barcellona, negli anni, se lo tiene sempre più stretto a suon di rinnovi milionari. È di ieri la dichiarazione del presidente Bartomeu, che in ordine ai contratti dei suoi migliori giocatori ha detto:

Attualmente non esiste un ordine stabilito su quali saranno i primi giocatori a rinnovare e non sappiamo se Leo sarà il primo, ma è essenziale che Messi firmi e rimanga con noi.

L'attuale accordo scade nel 2018, quando Messi compirà 31 anni, ma il giocatore ha chiarito più volte di voler chiudere la carriera nel Barcellona. Il club ha tutte le intenzioni di accontentarlo e lavora per blindarne il contratto. Le voci che arrivano dalla Spagna parlano di un rinnovo principesco, l'ottavo in ordine di tempo, che porterebbe il suo stipendio da 20 a 36 milioni annui, con una clausola rescissoria da 250 milioni.

Il Camp Nou del futuro sarà pronto nel 2022

La durata? Fra sei anni dovrebbe essere pronto il Camp Nou del futuro e il sogno del presidente sarebbe di farlo inaugurare da Leo, che nel 2022 avrebbe 35 anni, con la fascia di capitano, ora al braccio del 32enne Iniesta. E Bartomeu quasi sempre riesce a trasformare i propri sogni in realtà.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.