Spagna, arbitro salva un calciatore che stava soffocando: "Non sono un eroe"

Il giovane arbitro spagnolo, Daniel Garcia, ha salvato un calciatore che stava morendo soffocato: "Tutti sono rimasti immobili, ma non potevo permettere che morisse".

Spagna, l'arbitro eroe salva un calciatore

235 condivisioni 0 commenti

di

Share

Spesso viene insultato, minacciato, deriso. Non è mai stato facile ricoprire il ruolo dell'arbitro, ma ci sono dei rari casi in cui basta un gesto per diventare un eroe. È quanto successo in Spagna al giovane direttore di gara, Daniel Garcia, che ha salvato un calciatore mentre stava soffocando.

Durante un torneo amichevole a Villa del Rio, in provincia di Cordoba, c'è stato un contrasto aereo molto violento e a farne le spese è stato un calciatore della formazione di casa. Si è capito subito che si trattava di qualcosa di grave e la prontezza dell'arbitro è stata decisiva.

Ho visto il giocatore in preda alle convulsioni tutti sono rimasti bloccati, ma io mi sono subito chinato nel tentativo di aprire la sua bocca ed estrarre la lingua.

Questo il racconto di Daniel Garcia, che ha sospeso la partita a 10 minuti dalla fine. Il direttore di gara ha spiegato che si è trattato di un gesto istintivo e che è stato anche aiutato:

Ho pensato che stesse morendo. Ma non potevo permettere che ciò accadesse. Ho spinto con forza e sono riuscito ad aprirgli la bocca, poi fortunatamente sono arrivati due infermieri.

Il comunicato del club

Per fortuna l'attaccante ha preso piano piano conoscenza e, dopo essere stato sotto osservazione all'ospedale di Cordoba, è tornato a casa ancora in lieve stato di shock. La società che aveva organizzato il torneo, Villa del Rio, ha pubblicato un comunicato sull'accaduto

Era il minuto 78 quando il giocatore locale Madueno e l'ospite Castillo si sono scontrati su una palla contesa. I due sono ricaduti violentemente a terra e Madueno ha subito un taglio alla testa con conseguente fuoriuscita di sangue. Il calciatore ha perso conoscenza e nell'atto istintivo di respirare ha inghiottito la lingua.

Sul momento è subito scoppiato il panico. Due infermiere dell'Ospedale Alto Guadalquivir Andujar, Lola e Mari Angeles, hanno prestato il primo soccorso cercando di rianimare il ragazzo rimasto a terra. Decisivo però l'intervento dell'arbitro che è riuscito ad aprire la bocca del calciatore ed estrarre la lingua. Il torneo ovviamente è passato in secondo piano, la vittoria più grande è stata quella di aver salvato la vita di Madueno. Morale della favola: anche gli arbitri possono trasformarsi in supereroi, ma Daniel Garcia ha detto di aver fatto solo il proprio dovere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.