Bundesliga, generazione di fenomeni: cinque nuove stelle da scoprire

Lewandowski e Aubameyang, oltre a loro c'è di più: ecco il futuro della Bundesliga. Da Renato Sanches a Embolo, passando per Dembele, Halilovic e Klostermann.

Il futuro della Bundesliga

728 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ogni campionato è la metafora calcistica della nazione che rappresenta. In Bundesliga, non c'è dubbio, il calcio è organizzazione. La federazione tedesca, ogni anno, rinnova le basi per reclutare e forgiare nuove leve. Come? Investendo massicciamente sui vivai, puntando sulla linea verde, connettendo le squadre al territorio e, soprattutto, ottenendo ricavi da capogiro direttamente dagli stadi di proprietà. Insomma: nulla è frutto dell'improvvisazione, questo successo nasce da lontano.

Contestualmente, giocoforza, i risultati si vedono in campo: squadre belle, forti, multietniche, giovani e organizzate. A proposito, il sito bundesliga.com ha passato in rassegna le cinque future super star del massimo torneo di Germania. Ovviamente, tutte quante posseggono i crismi sopracitati. Pensate, sono tutte sotto i vent'anni. Andiamo a scoprirle assieme. 

Renato Sanches

Data di nascita: 18/08/1997

Squadra: Bayern Monaco

Posizione: Centrocampista centrale

Presenze: Nessuna

35 milioni di buone ragioni. Sia fatta la volontà di Carlo Ancelotti: il tecnico italiano si è innamorato di questo enfant prodige portoghese, pronto a divenire la nuova stella del Bayern Monaco. I bavaresi, per acquistare Renato Sanches, hanno iniettato 35 milioni nei caveau del Benfica, senza contare l'iperbolica cifra che sborseranno in virtù dei vari bonus inseriti nell'accordo. Energia e muscoli a centrocampo, ecco cosa riceveranno i bavaresi da questo giovanotto portoghese.

Appartenente alla leva calcistica del 1997, Sanches in campo si muove già con l'aria nobile e virtuosa del giocatore navigato. Forte della vittoria casalinga ad Euro 2016, poi assurto anche a più giovane calciatore della storia a trionfare nella kermesse europea, il portoghese proverà da subito a scalare i ranghi dell'esercito di Ancelotti. Certo, alla luce della folta concorrenza, sarà difficile occupare immediatamente la slot del titolare: i campioni di Germania, in mezzo al campo, vantano la presenza dei vari Vidal, Xabi Alonso e Thiago Alcantra, ma l'ex Benifca si farà in quattro per ritagliarsi uno spazio da protagonista.

Lukas Klostermann

Data di nascita: 3/06/1996

Squadra: RB Leipzig

Posizione: Terzino destro

Presenze: Nessuna

Argento vivo addosso all'RB Lipsia, grazie al talentuoso Lukas Klostermann. Giovane ma esperto: il classe 1996, infatti, ha conquistato la medaglia d'argento alle recenti olimpiadi di Rio de Janeiro con la Germania nella finale persa contro il Brasile. La passata stagione, Lukas ha collezionato 52 presenze nella seconda divisione tedesca, risultando dunque uno dei protagonisti della meravigliosa promozione in Bundes della squadra sassone. Adesso, però, è arrivato il momento di fare sul serio: il ragazzo, abile a disimpegnarsi in tutti i settori della difesa, dovrà fare il definitivo salto di qualità.

Ah, da registrare: questo classe 1996 ama spingersi all'attacco, alla luce delle sue due reti e dei 5 assist suggellati lo scorso anno. Anche se, bisogna ammetterlo, qualche falla in copertura Klostermann la commette ancora. Ma c'è tempo: Lukas ha studiato, ora sta svolgendo la proverbiale gavetta e grazie al suo talento potrà diventare uno dei pilastri della nazionale tedesca.

Breel Embolo

Data di nascita: 14/02/1997

Squadra: Schalke 04

Posizione: Attaccante centrale

Presenze: 1

Generazione di talenti, quella presente in Bundesliga. Lo Schalke 04, nella sessione di mercato appena passata, ha messo a segno il baby colpo Breel Embolo. Baby si fa per dire, perché questo classe 1996 ha giocato stabilmente titolare nel Basilea per due stagioni, durante le quali ha messo a referto 26 reti in 76 presenze. Da segnalare, tra l'altro, le sue apparizioni con la nazionale svizzera nel corso di Euro 2016.

Natio del Camerun, poi naturalizzato svizzero, Embolo è stato gravitato a Gelsenkirchen per la ragguardevole cifra di 20 milioni soffiandolo alla ricca concorrenza di Juventus, RB Lipsia e Manchester United. Un po' africano e un po' europeo, Breel è l'amalgama ideale per l'attacco di mister Weinzierl. Freddo sotto porta, prepotente atleticamente e velocissimo negli scatti, insomma: l'ex Basilea sarà perfetto per il calcio rapido e lineare della Bundesliga. Assomiglia a Balotelli? Per alcuni sì, ma forse solo fisicamente: perché i numeri sono tutti dalla parte di Embolo. Con buona pace di Super Mario.

Ousmane Dembélé

Data di nascita: 05/05/1997

Squadra: Borussia Dortmund

Posizione: Ala destra

Presenze: 1

Strappato alla concorrenza, per la gioia dei tifosi del Borussia Dortmund. Ousmane Dembélé è il nuovo pungiglione delle vespe di Germania. Cresciuto a pane e calcio, questo francese di 19 anni arriva dal Rennes, compagine transalpina con la quale ha realizzato 12 gol più 5 assist nel corso della passata Ligue 1. Dopo aver firmato un contratto fino al 30 giugno 2021, l'eclettico attaccante francese si è subito inserito nei ranghi offensivi del Borussia, trovando altresì una discreta sintonia con Kaagawa e Aubameyang, con i quali ha vinto la prima gara di campionato contro il Mainz. E pensare: Dembélé lo scorso settembre non aveva nemmeno un contratto da professionista.

Entrato a far parte dell'accademia del Rennes a soli 13 anni, Ousmane ha svolto a pieni voti la proverbiale gavetta. Il 22 novembre 2015, a causa dell'assenza del compagno Ntep, bagnò il suo esordio assoluto con un gol. La versatilità, coltivata nell'apprendistato nel campionato francese, è il suo fiore all'occhiello. Sarà lui la nuova star della squadra di mister Tuchel?

Alen Halilovic

Data di nascita: 18/06/1996

Squadra: Amburgo

Posizione: Trequartista

Presenze: 1

Un acquisto in salsa croata, hanno buon gusto quelli dell'Amburgo. Alen Halilovic quest'estate è sbarcato sul pianeta della Bundesliga: si apre così un altro capitolo della itinerante carriera di questo classe 1996. Si tratta di un giocatore ancora da plasmare, o meglio: da consacrare. Già, perché una cosa è avere talento e un'altra è scoprire come usarlo. Sì, sul secondo punto Alen dovrà ancora lavorare, ma i presupposti ci sono. Ne sa qualcosa il Barcellona, top club che ha scommesso su di lui nel 2014 gravitandolo in catalogna dopo averlo pescato dalla Dinamo Zagabria. E qui, nella sua terra natale, Halilovic vanta un record: è il più giovane debuttante della storia della Dinamo, a 16 anni e 101 giorni.

In Spagna, però, non si è mai ritagliato quello spazio che meriterebbe un giovane come lui, per questo la Bundesliga rappresenta la scelta migliore. Con l'Ambrurgo, il costo totale dell'operazione è stato di 5.5 milioni, battendo contestualmente la concorrenza del Valencia. Si tratta di un trequartista che ama agire tra le linee e condurre la palla a suo bene placito: dotato di piedi assai educati e di un mancino di lusso, Alen è stato addirittura paragonato al connazionale Luka Modric. Paragone azzardato? Solo la Bundesliga lo potrà rivelare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.