Le squadre della prossima Eurolega: Darussafaka Dogus Istanbul

La quarta squadra di Istanbul ha scelto Blatt come allenatore, che torna in Europa dopo l'esperienza ai Cavs. Dalla NBA arriva anche Anderson. Il play è Wanamaker.

Il Darussafaka Istanbul è pronto ad affrontare la sua seconda Eurolega

52 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nella scorsa stagione, al debutto assoluto in Eurolega, il Darussafaka di coach Mahmuti è riuscito a classificarsi tra le prime sedici d'Europa, raggiungendo lo storico traguardo delle Top 16. Quest'anno la squadra turca, unica partecipante al torneo grazie ad una wild card, sarà di nuovo in Eurolega, ma con ambizioni decisamente diverse.

David Blatt, neo allenatore del Darussafaka, con LeBron James

Fin da giugno si vociferava di un possibile budget di circa 30/40 milioni di euro per costruire una squadra capace di dominare la prossima Eurolega. Sono stati fatti nomi importanti di giocatori di altissimo livello come Bargnani e Gentile. Alle voci, poi, sono seguiti i fatti. 

Il primo e più grande colpo del Darussafaka è stato David Blatt. L'allenatore americano approda in Turchia dopo due stagioni passate sulla panchina dei Cleveland Cavaliers; con la franchigia NBA di LeBron James, Blatt ha raggiunto le NBA Finals, salvo poi essere licenziato nello scorso gennaio dopo una dura sconfitta coi rivali dei Golden State Warriors. 

L'ultimo anno in Europa del coach risale al 2014, stagione in cui vinse l'Eurolega con il Maccabi Tel Aviv nelle Final Four di Milano. Prima ancora, Blatt, ha allenato Efes Pilsen, Dinamo Mosca, Benetton Treviso e le nazionali di Russia e Israele. Al suo fianco, in panchina, avrà Bagatskis, allenatore lettone con tante esperienze da capo allenatore in Europa.

Brad Wanamaker, nuovo play del Darussafaka

In cabina di regia Blatt avrà Brad Wanamaker, playmaker americano che arriva da due ottime stagioni al Bamberg, in Germania, con cui ha viaggiato ad oltre 12 punti di media a partita nell'ultima Eurolega. Vecchia conoscenza del basket italiano (vestito le maglie di Teramo, Forlì e Pistoia), Wanamaker ha firmato un contratto biennale con i turchi. Dopo aver sistemato il ruolo di playmaker, il Darussafaka ha preso altri giocatori di livello: Mindaugas Kuzminskas, James Anderson, Dairis Bertans e Adrien Moerman.

Il primo, però, pochi giorni dopo l'intesa coi turchi, si è accordato coi New York Knicks, in NBA, che per liberarlo hanno pagato un buyout di 800 mila dollari. James Anderson, ala americana classe '89, arriva dai Sacramento Kings, in NBA, con cui ha giocato 51 partite a 3.5 punti di media a partita. Per Anderson non sarà un esordio quello in Eurolega, avendo vestito la maglia dello Zalgiris due stagioni fa.

Adrien Moerman, nuovo giocatore del Darussafaka

Dairis Bertans, dopo tre anni a Bilbao, approda in Turchia con un contratto biennale. Dopo un'ottima annata in Eurocup, il giocatore lettone aveva voglia di una nuova sfida e di provare a giocare in Eurolega. Poi Adrien Moerman. Francese, classe '88, arriva dal Banvit, dove viaggiava a 18 punti di media

È arrivato anche l'americano Will Clyburn, che va a completare il reparto esterni. Partiti Redding, Markoishvili, Gordon e Bjelica, la squadra di Istanbul ha confermato buona parte del roster della stagione scorsa, a partire dai pezzi pregiati. Gli americani Wilbekin, Harangody e Slaughter sono rimasti. Con loro anche i turchi Arslan, Batuk, Erden, Aldemir e Savas.

Semih Erden, centro del Darussafaka

Non saranno stati spesi i 30 milioni di cui si parlava, ma la squadra è tutt'altro che chiusa. Blatt, infatti, aveva parlato di un roster di 15 giocatori per fronteggiare al meglio il doppio impegno campionato/Eurolega. Il Darussafaka punta a non essere più la quarta squadra di Istanbul, ma bensì una delle prime d'Europa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.