Valencia, festa grande per Garay e Mangala: in 6mila al Mestalla

Il Valencia presenta i suoi due nuovi difensori, al Mestalla si presentano migliaia di tifosi. Mangala: "Questo club era nel mio destino". Garay: "Grazie dell'affetto!".

Garay e Mangala

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

C'erano più di 6mila persone al Mestalla per accogliere i due nuovi acquisti del Valencia: Ezequiel Garay ed Eliaquim Mangala. Il primo è stato preso a titolo definitivo dallo Zenit per 20 milioni di euro, il secondo in prestito - con diritto di riscatto - dal Manchester City, che solo due anni fa lo aveva pagato 40 milioni di euro dal Porto.

Ai due centrali di difesa spetta il compito di far dimenticare Mustafi e blindare un reparto ad oggi considerato il vero punto debole della squadra di Pako Ayestarán: in due partite di Liga il Valencia ha collezionato altrettante sconfitte subendo la bellezza di 5 gol.

Euforia

La famiglia al suo fianco, il sorriso stampato in volto. Così Garay s'è presentato ai suoi nuovi tifosi:

Sono molto felice, ringrazio la società che mi ha dato la possibilità di essere qui. Spero di far gioire i tifosi che mi hanno subuto accolto alla grande e ancor prima che la trattativa andasse in porto mi hanno dimostrato molto affetto.

Stesso stato d'animo per Mangala, che ha svelato di avere il Valencia nel destino. Lo avevano già cercato nel 2011, quando militava in Belgio nello Standard Liegi. Non se ne fece nulla. Poteva arrivare anche un anno fa, ha rimandato l'appuntamento:

Lo scorso anno Pellegrini (manager dei Citizens, ndr) mi disse che contava su di me, andare al Valencia sarebbe stato un passo indietro per la mia carriera. 

Adesso è diverso, deve rilanciarsi dopo una stagione fatta di infortuni e prestazioni deludenti: 

In questa stagione abbiamo grandi obiettivi con il Valencia, vogliamo tornare in Champions League e fare bene in Liga. 

Pronti

Garay e Mangala già si allenano agli ordini Pako Ayestarán, si sono aggregati al resto della squadra due giorni fa. Alla ripresa del campionato contro il Betis (match in programma l'11 settembre alle ore 16) non è escluso che vengano schierati subito dal primo minuto. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.