La FIFA riduce gli stipendi: Infantino guadagnerà un quarto rispetto a Blatter

Lo stipendio dell'attuale presidente della FIFA sarà di 1,5 milioni di euro all'anno, il 25% di quanto percepito dal suo predecessore: "Soddisfatto per la trasparenza".

Infantino

805 condivisioni 1 commento

di

Share

Mercoledì a Zurigo la Fifa ha approvato un provvedimento che riduce gli stipendi dei principali membri del proprio direttivo. Una decisione che è la chiave di volta del nuovo corso promesso da Gianni Infantino quando, il 26 febbraio scorso, il 46enne italo-svizzero è stato eletto alla presidenza del calcio mondiale. Prima di tutto la trasparenza, era stato il claim di Infantino, e trasparenza è arrivata.

Infantino impegnato in una partita amichevole

La sottocommissione per le retribuzioni e lo stesso Infantino hanno concordato un taglio del 75% degli stipendi dei principali dirigenti dell'organismo: il presidente percepirà, dunque, un milione e mezzo di euro all'anno - un quarto di quanto spettava al suo predecessore Sepp Blatter -  a cui vanno aggiunti l'auto aziendale, un alloggio e un'indennità di 2.000 euro al mese. Poco meno andrà al segretario generale della Fifa, Fatma Samba Diouf, che riceverà 1,3 milioni annui, insieme agli stessi bonus.

Il segretario generale della FIFA Fatma Samba Diouf

La sottocommissione, però, ha stabilito che nessuno di questi provvedimenti entrerà in vigore prima del 2017 per non alterare la stabilità economica dell'ente. Lo stesso organismo, d'altra parte, ha anche approvato la creazione di un progetto in cui si riflette l'impegno dell'organizzazione per la trasparenza e il buon governo della FIFA stessa.

Infantino con Tavecchio a Bari, in occasione dell'amichevole Italia-Francia

Sollevato Infantino, che nei mesi scorsi aveva dovuto affrontare aspre critiche a proposito della sua retribuzione:

Date le incomprensioni e i travisamenti che si sono verificati in relazione a questo processo e al mio stipendio, sono contento che questo problema sia ora stato risolto e che sia stato firmato un contratto di lavoro chiaro. Sono anche soddisfatto di aver avuto discussioni trasparenti e aperte con la sottocommissione per le retribuzioni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.