Drinkwater non rimpiange gli Europei: "Ho fatto delle vacanze epiche"

Nessun rimpianto Europeo per il centrocampista campione d'Inghilterra: ha trascorso l'estate con gli amici d'infanzia tra Ibiza, Portogallo, Las Vegas e Los Angeles.

Il centrocampista del Leicester Daniel Drinkwater

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il tempo e soprattutto l’inevitabile divertimento che comporta un lungo viaggio con gli amici d’infanzia in alcune delle mete turistiche più famose del mondo, sono stati certamente un buon diversivo per far sì che Daniel Drinkwater non pensasse troppo alla delusione per la mancata convocazione agli Europei in Francia.

Vacanze epiche per dimenticare

Il centrocampista campione nell’ultima Premier League con il suo Leicester è riuscito a cogliere il lato positivo e ha sfruttato al massimo gli ultimi tre mesi per ricaricare le batterie in vista della nuova stagione, cercare di confermarsi punto di forza di Ranieri e conquistarsi un posto con la maglia della Nazionale con il nuovo ct Allardyce. Lo ha spiegato lo stesso 26enne:

Probabilmente è stato meglio così e non iniziare le mie vacanze da fresco campione d’Inghilterra. Il fatto che ci sia stata di mezzo questa mancata convocazione mi ha permesso di avere ancora più stimoli per iniziare al meglio la nuova stagione.

La ricetta per riuscirci è presto spiegata:

Ho tentato di togliermi questo peso dalla testa il prima possibile, per trascorrere bene le vacanze. Ho degli amici che conosco da quando avevo 4 o 5 anni, ci siamo organizzati all’ultimo, ma siamo stati alla grande. Sono andato a Ibiza, in Portogallo, a Las Vegas, Los Angeles e poi di nuovo a Ibiza.

Obiettivo: convincere Allardyce 

Nonostante tutto, però, ha sempre seguito l’Inghilterra:

L’Europeo l’ho guardato nei pub con i miei amici. Me lo sono goduto da tifoso. Il posto più particolare dove ho visto una partita è stato in Portogallo. Sono uscito di corsa dal campo da golf, perché avevo bevuto un paio di birre e non mi ero reso conto del tempo che era passato. Così mi sono precipitato nella clubhouse per vedere la partita con il Galles.

Un po’ di rimpianto comunque rimane:

È stata dura guardare le partite così, mi sarebbe piaciuto mettermi alla prova e misurarmi in quel contesto. Lo considero comunque come un nuovo inizio e spero di diventare una prima scelta per Allardyce, anche se so che non sarà semplice.

La prima chiamata dal nuovo ct

Già dalla prima convocazione, il nuovo ct ha deciso di dargli fiducia, mettendolo nella lista che dovrà provare a conquistarsi un posto ai prossimi Mondiali.

Danny Drinkwater si è detto subito orgoglioso, perché la sua battuta sulle vacanze ricorda un po' la fiaba della "volpe e l'uva". La sua estate sarà stata certamente epica, difficile metterlo in dubbio. Ma probabilmente lui si sarebbe accontentato di dedicare meno giorni ai suoi vecchi amici pur di indossare la maglia della nazionale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.