Bayern, Beckenbauer indagato per riciclaggio e appropriazione indebita

Il "Kaiser" accusato di frode per dei flussi anomali di denaro in occasione dell'assegnazione dell'organizzazione del Mondiale 2006 alla Germania.

Il presidente onorario del Bayern Monaco, Franz Beckenbauer

250 condivisioni 0 commenti

di

Share

È bufera in Germania, ancora una volta in riferimento all’assegnazione del Mondiale del 2006 che già aveva portato in passato alle dimissioni del presidente della federazione tedesca Wolfgang Niersbach.

Come rivelato dall’illustre quotidiano tedesco “Spiegel”, la procura federale svizzera ha aperto un'indagine contro il presidente onorario del Bayern Monaco, nonché leggenda del calcio tedesco, Franz Beckenbauer.

Le accuse che gli vengono imputate sono di frode, riciclaggio di denaro e appropriazione indebita.

Tutto nasce dalla segnalazione di sospette irregolarità in alcuni pagamenti effettuati tra il 2002 e il 2005 per l'assegnazione dell’organizzazione dei campionati del mondo del 2006 alla Germania (che sconfisse il Sudafrica alle votazioni 12 a 11), flussi di cassa sospetti per un valore di oltre 10 milioni di franchi svizzeri.

Di questi almeno 6 sono riconducibili a conti del “Kaiser” che in quell’occasione ricopriva il ruolo di presidente del comitato organizzatore.

Assieme a Beckenbauer figurano tra gli indagati anche altri personaggi importanti del calcio tedesco, per il momento ancora anonimi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.