Stoichkov avverte Figo: "Se ti vedo in giro per Barcellona ti insulto"

In diretta durante un programma televisivo spagnolo, il bulgaro scherza con l'ex compagno di squadra tornando sul clamoroso trasferimento del portoghese dal Barcellona al Real Madrid

Stoichkov e Figo insieme ai tempi del Barcellona

595 condivisioni 0 commenti

di

Share

Da una parte Luis Figo, dall’altra Hristo Stoichkov. Due campioni che sono entrati di diritto nella storia del calcio, due vincitori del Pallone d’oro, il cui valore è universalmente riconosciuto come testimonia la presenza nel FIFA 100, la lista dei migliori calciatori viventi, redatta da Pelè nel 2004. 

Entrambi sono ex calciatori del Barcellona, club con il quale il portoghese e il bulgaro hanno collezionato rispettivamente 172 e 177 presenze. Insieme hanno vinto una Supercoppa di Spagna, una Copa del Rey, una Coppa delle Coppe una Supercoppa europea. Insomma sia Figo che Stoichkov hanno scritto pagine importanti della storia del Barça, ma saranno destinati per sempre a essere ricordati in modo diverso dai tifosi blaugrana

Stoichkov era e resta un’icona del club, con il quale ha anche alzato il suo Pallone d’oro, diventando un idolo grazie ai suoi gol, ma pure al suo carattere estroverso e al suo senso di appartenenza verso i colori blaugrana.

Non è un caso, infatti, che quando venne ceduto al Parma in Serie A, il Barcellona fece firmare al club italiano una clausola che prevedeva una penale di 13 miliardi di lire se il bulgaro fosse stato venduto a un’altra squadra spagnola (e alla fine infatti tornò in Catalogna).

Sarebbe stato un dolore troppo forte vederlo indossare i colori di un’altra squadra nella Liga. Esattamente quello che fatto invece Luis Figo, considerato da tutti i tifosi del Barça un "traditore", che nell’estate del 2000 salutò il Camp Nou per passare addirittura ai rivali per eccellenza, il Real Madrid.

Proprio su questo argomento è stato chiamato in causa Luis Figo durante la trasmissione televisiva Fútbol Club. Alla domanda se si fosse pentito di quella scelta, il portoghese ha risposto così:

Questo è il passato, sono trascorsi 16 anni da una decisione che mi accompagnerà per tutta la vita. Però fu una scelta saggia: quando non vieni valorizzato in un posto è giusto cogliere l’opportunità di cambiare in meglio. Ho vinto molti titoli al Real Madrid, è questo quello che conta.

In trasmissione però era presente anche Hristo Stoichkov, che ha colto al volo l’occasione per prendere la parola e chiedere ai presentatori di domandare a Figo se la gente lo insultasse quando passa per Barcellona.

Il portoghese ha iniziato a sorridere, poi ha replicato divertito: “No, lo fai solo tu”. Un invito a nozze per il bulgaro, che ha immediatamente risposto: “Certo, e continuerò a insultarti ogni volta che ti vedrò a Barcellona”. 

Il siparietto si è concluso tra le risate di tutti. Ma considerato il caratterino di Stoichkov, uno che venne squalificato per sei mesi per aver dato un pestone all’arbitro come vendetta per l'espulsione del suo allenatore Cruijff, c’è da stare certi che quando lo rivedrà, il portoghese non la passerà liscia. Magari con il sorriso, ma qualche insulto Figo lo prenderà di sicuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.