FIFA 17, ecco come saranno le nuove carte dorate!

Grazie a un'imprevista fuga di notizie, ecco svelato il design delle carte dorate di FIFA 17 Ultimate Team, una delle modalità più attese della serie calcistica EA Sports.

I 4 testimonial di FIFA 17 Martial, James, Reus e Hazard

406 condivisioni 12 commenti

di

Share

FIFA 17 ha dovuto fare i conti con una fuga di notizie in piena regola, di cui dalla EA Sport avrebbero fatto volentieri a meno. 

A nulla sono serviti i tentativi di cancellare gli scatti su Instagram pubblicati da alcuni giocatori della squadra inglese del Crystal Palace in visita nella sezione canadese del colosso dei videogame, ormai le immagini delle nuove carte dorate erano già nel web. 

E come si sa, quando questo accade, evitarne la diffusione a macchia d’olio è praticamente impossibile.

Così le fotografie postate in rete sono state immediatamente beccate dai fan di FIFA 17, con tanti saluti alla discrezione. Da queste immagini si vedono i calciatori di Premier League del Crystal Palace Yannick BolasieAndros Townsend mentre osservano una carta gigante a sfondo dorato del loro compagno di squadra Wilfried Zaha.

Si vede chiaramente il nuovo design scelto per rappresentare le carte dorate di FIFA 17 Ultimate Team, indubbiamente una delle modalità più attese per quel che riguarda gli appassionati della famosissima serie calcistica.

FIFA 17 sarà disponibile a partire 29 settembre su PC, PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360 e Xbox One. Nelle settimane passate era stata la stessa EA Sport a fornire delle prime anticipazioni sulla giocabilità e sul vincitore del contest per chi avrebbe occupato la cover del gioco, Marco Reus.

Tutte informazioni volutamente messe a disposizione dei fan. Questo volta però è diverso. Già, di questa nuova anticipazione avrebbero fatto volentieri a meno. Di certo avrebbero preferito un po’ più di discrezione, come quella che ha saggiamente avuto il difensore del Paris Saint Germain David Luiz, in visita qualche giorno dopo i calciatori del Crystal Palace. Ma il danno ormai era già stato fatto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.