Vigilia del derby di Manchester: le conferenze di Guardiola e Mourinho

Alla vigilia del derby di Manchester valido per l'International Champions Cup, i due manager hanno parlato in conferenza stampa.

Pep Guardiola

366 condivisioni 1 commento

Share

Non c'è bisogno di infiammare il clima, o meglio, non ancora. Alla vigilia del derby Manchester City-Manchester United valido per l'International Champions Cup, il manager dei Citizens Pep Guardiola si presenta nella sala stampa del Centro Sportivo Olimpico di Pechino rilassato e sorridente, senza alcuna voglia di alimentare la rivalità con Mourinho.

Siamo due persone educate, per quale motivo non dovrei salutarlo e dargli la mano? È un'amichevole, solamente un'amichevole.

Risponde al cronista che gli chiede se saluterà o meno lo Special One.

Il fischio d'inizio della partita è fissato per le 13.30 italiane, sarà lo Stadio nazionale di Pechino a ospitare il primo confronto stagionale tra United e City. Guardiola è preoccupato per le condizioni del manto erboso, messo a dura prova dalle piogge torrenziali che da giorni danneggiano la città.

Ho sentito che il campo è messo piuttosto male, speriamo che nessuno si faccia male.

Infine dice la sua sul Manchester United che sta nascendo:

Con Mourinho e i buoni giocatori che già c'erano, sono sicuro che faranno molto meglio della passata stagione.

Parla Mourinho: "Altre domande brillanti?"

Se Guardiola è apparso sereno e rilassato, Mourinho al contrario si è irritato e non poco quando gli hanno chiesto se stringerà la mano al collega:

Per descrivere questa domanda dovrei diventare maleducato. Naturalmente gli darò la mano, non capisco la domanda e soprattutto non la capisco rivolta a me. Io e Guardiola abbiamo lavorato insieme al Barcellona e in Spagna ci siamo incontrati da avversari. Siamo professionisti e il nostro rapporto è normale, per quale motivo non dovremmo darci la mano? Questa domanda non ha motivo di essere posta.

Poi anche il portoghese si è soffermato sulle condizioni del manto erboso:

Il campo è in pessime condizioni, ma dobbiamo giocare e sperare di essere fortunati. E non parlo di fortuna riguardo il risultato, spero di essere fortunato nel lasciare il campo senza alcun infortunio.

Interrogato sulla Brexit si è limitato a dire:

Non sono un politico.

Mentre ha liquidato così chi gli ha chiesto se fosse felice per la vittoria del Portogallo all'Europeo:

Un'altra domanda brillante? Ti aspetti che dica no?

Insomma, lo Special One è nervoso, per usare un eufemismo. Sarà per quel 4-1 rimediato dal Borussia Dortmund appena due giorni fa, una sonora sconfitta che lo ha costretto a vietare ai suoi giocatori - secondo 'Star on Sunday' - l'utilizzo di Pokémon Go, l'App del momento che ha spopolato anche nello spogliatoio dei Red Devils. Contro il Manchester City non spera solo che i suoi giocatori escano illesi dal campo, c'è da scommetterci.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.