Götze dal Bayern Monaco al Borussia Dortmund, ora è ufficiale

Il calciatore tedesco torna di nuovo in Westfalia dopo tre anni al Bayern Monaco: il Dortmund lo ha pagato 26 milioni di euro.

Götze, con la maglia del Bayern contro il Borussia Dortmunf

1k condivisioni 29 commenti

di

Share

Era nell'aria ormai da settimane, ora è arrivata anche l'ufficialità. Mario Götze torna a casa, al suo Borussia Dortmund, il club dove è cresciuto e dove si è affermato ad altissimi livelli. Pur di riportarlo in Westfalia sono stati versati ben 26 milioni nelle casse del Bayern Monaco, che tre anni prima ne aveva spesi invece 37 per "scipparlo" ai rivali gialloneri. 

L'amore tra i Mario e i bavaresi però non è mai veramente sbocciato, nonostante le 73 partite e i 22 gol (curiosamente gli stessi realizzati nelle 83 gare disputate con il Borussia Dortmund prima dell'addio nell'estate 2013). Già il suo approccio fu tutto un programma, con quella maglia firmata Nike mostrata alla presentazione ufficiale del suo nuovo club storicamente marchiato Adidas. Poi i tanti episodi di insofferenza per essere passato dal fenomeno di Dortmund a uno dei tanti a Monaco di Baviera.

Anche la convivenza con Guardiola e il suo stile di gioco non è mai stata semplice. Anzi, con il trascorrere del tempo ha logorato ancora di più un rapporto che sarebbe stato difficilmente ricomponibile pure con l'avvicendamento sulla panchina e l'arrivo di Carlo Ancelotti

Così, quando gli è stata presentata l'opportunità di tornare al suo Borussia Dortmund, Götze non ci ha pensato su due volte, a prescindere dalle tante critiche ricevute dai tifosi gialloneri che ancora non gli hanno perdonato il "tradimento" di tre anni fa. Il suo pensiero lo ha espresso chiaramente sull'account Facebook ufficiale:

Cari fan del BVB, quando nel 2013 sono passato dal Borussia Dortmund al FC Bayern Monaco, il passaggio era stato frutto di una decisione consapevole, dietro la quale oggi non mi voglio nascondere. Adesso, dopo tre stagioni e a 24 anni, guardo con altri occhi la mia scelta di allora. Quindi posso capire che vi sia risultata incomprensibile, ma vi posso dire che oggi non la rifarei di certo mai più. So che ora non sarà facile tornare, ma voglio provare a convincere tutte le persone, anche quelle che non mi ha accolto a braccia aperte, con le mie prestazioni. Questo è il mio obiettivo. E voglio riuscirci per tutti noi, il club e i tifosi del BVB.

Götze, entrato già nella storia della Germania con il gol decisivo nella finale dei Mondiali, proverà dunque a riconquistare i tifosi a modo suo, a suon di gol e grandi prestazioni, consapevole di non essere il primo giocatore della storia del club ad aver fatto un percorso simile. E il Borussia Dortmund farà di tutto per metterlo nelle condizioni di riuscirci, blindandolo con quel contratto quinquennale appena firmato e coccolandolo come ai vecchi tempi. Già gli ha affidato quel numero lasciato libero da Mkhitaryan, il 10, che Mario non vede l'ora di mettere di nuovo sulle spalle.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.