Leicester, Ranieri riparte da una vittoria. C'è gloria anche per Lineker

Le Foxes riprendono come avevano chiuso la stagione scorsa, in amichevole l'Oxford è piegato 2-1. Prima del fischio d'inizio Lineker solleva la Premier League.

Il selfie di Mahrez prima del match amichevole di ieri del Leicester City

314 condivisioni 1 commento

di

Share

Nessun sconto, neanche in amichevole, per i campioni d'Inghilterra in carica del Leicester. Ieri in occasione della prima uscita stagionale la squadra di Claudio Ranieri ha battuto 2-1 in rimonta l'Oxford United, aprendo nel migliore dei modi la nuova stagione. In una squadra ancora orfana di Jamie Vardy e senza N'Golo Kanté - appena ceduto al Chelsea - sono emersi i leader Danny Drinkwater, il grande escluso di Euro 2016, e il capitano Wes Morgan

Tutti in piedi per Lineker

Prima del calcio d'inizio, però, la passerella è stata tutta per Gary Lineker. La leggenda del calcio britannico ed ex bomber del Leicester, ha potuto finalmente toccare con mano il trofeo della Premier League conquistato dalla sua squadra del cuore solo 66 giorni fa. Un momento di grande orgoglio e commozione per lui che ha definito la vittoria del campionato delle Foxes "la cosa più ridicola ma allo stesso magica e speciale che il mondo del calcio potesse offrire". Il suo ingresso in campo è stato accolto dagli applausi dei circa 9500 spettatori presenti, tifosi che sicuramente saranno davanti alla TV per assistere alla prima puntata della prossima stagione di Match of The Day, il programma televisivo da lui condotto. Il motivo? La vecchia scommessa fatta da Gary durante il campionato: "Se il Leicester vincerà la Premier League, condurrò un mutande". E così sarà.

Gray in evidenza

Oltre agli artefici della vittoria dello scorso anno, in campo si sono visti anche diversi giovani interessanti come Ben Chilwell, che a centrocampo ha ben impressionato vicino a Drinkwater. Solo 45 minuti per Mahrez, al centro di una telenovela di mercato che lo vuole in partenza da Leicester, nonostante lo stesso Ranieri fine gara abbia affermato che l'algerino non andrà da nessuna parte. Positiva la prova di Musa, giocatore appena arrivato dal CSKA Mosca nonché l'acquisto più oneroso della storia del club. In grande spolvero il 20enne Demarai Gray, autore del gol del momentaneo 1-1. Di Schlupp, al 69', la rete del definitivo 2-1. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.