Manchester City, le tattiche di Guardiola in attesa di un centrale

Pep ripete gli spostamenti già visti a Barcellona e Monaco. È la ricerca di un maggiore dinamismo o una soluzione temporanea, in attesa di arrivare ai due difensori?

Guardiola City

182 condivisioni 39 commenti

di

Share

Chi ha tempo non aspetti tempo. In attesa che il mercato estivo faccia il suo corso, in un verso o nell'altro, Pep Guardiola ha già cominciato a plasmare il Manchester City della prossima stagione. La Premier League partirà fra tre settimane ed i preliminari di Champions arriveranno solo qualche giorno più tardi, ma dalle parti dell'Etihad stanno già pensando alle soluzioni temporanee in difesa, da testare già in serata nell'amichevole contro il Bayern Monaco.

Fernando City
Fernando è uno dei due indiziati per il ruolo di difensore centrale

Il tecnico dei Citizens riparte affrontando la sua vecchia creatura, adesso nelle mani di Carlo Ancelotti, e lo farà con nuovi accorgimenti tattici nel pacchetto difensivo. La condizione ancora precaria di Vincent Kompany impone nuove opzioni nella zona centrale: Fernando e Fabian Delph sono i principali candidati ad un posto nella linea a quattro, arretrando la propria posizione naturale. Potrebbe non trattarsi di un semplice tampone prima dei movimenti in entrata, ma della ricerca di un dinamismo già proposto a Barcellona e Monaco di Baviera.

Delph
Dopo l'esperienza agli Europei, Delph seguirà le nuove direttive di Guardiola

Guardiola, infatti, non è nuovo a rinnovamenti del genere. La predisposizione tattica di Barça e Bayern gli ha già permesso di affidarsi alla versatilità dei suoi giocatori: in Spagna ha abbassato Mascherano dalla mediana alla linea difensiva, in Germania ha alzato Lahm e Alaba sugli esterni. Nonostante si tratti di esigenze tipiche del pre-campionato, dunque, le modifiche applicate al gioco di Delph e Fernando potrebbero tornare utili anche a stagione in corso, sia in caso di emergenze sia per naturale concorrenza tra gli interpreti davanti a Joe Hart.

Mascherano Javier
Guardiola, City come Barça: Mascherano è l'esempio da seguire?

Tuttavia, la condizione ideale sarebbe quella di disporre di top players affermati in campo internazionale. Per questo motivo, Pep non si limita a ripetere quanto già visto negli anni scorsi, ma spera di ottenere al più presto novità positive dal fronte mercato. Leonardo Bonucci e John Stones sono in cima alla lista della spesa, ma imbastire le trattative risulta ancora complicato. La Juventus avrebbe ascoltato le richieste del Manchester City e, soprattutto, avrebbe fissato il prezzo a 50 milioni di sterline, che diventerebbe la cifra record per il trasferimento di un difensore. L'Everton, invece, non ha lo stesso potere decisionale dei bianconeri: il centrale dei Toffees sta mettendo pressione alla società non tanto per il passaggio ai Citizens, quanto per una maggiore chiarezza sul suo futuro, indipendentemente da quale sarà l'esito dei contatti tra i club.

Leo Bonucci
Bonucci, richiesta record della Juventus: 50 milioni di sterline

A prescindere da ciò che accadrà nei prossimi giorni, stasera Guardiola scenderà in campo con una squadra ancora in evoluzione, soprattutto per quanto riguarda il reparto arretrato. La sfida con il Bayern Monaco riporterà alla memoria il suo passato recente, ma sarà anche un'occasione per chiarire le rispettive mosse di mercato: entrambe le squadre sono su Leroy Sanè, che lo Schalke ha valutato poco più di 40 milioni di sterline. I bavaresi si sarebbero auto-esclusi da una potenziale asta al rialzo, ma Pep vuole la conferma da Ancelotti. Certamente, per gli sceicchi non sarà un problema investire anche in altri reparti, una volta sistemata la difesa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.