Bayern, Ancelotti boccia Sané: "Stiamo bene così, aspetto Robben"

Il tecnico italiano assicura che la rosa è già completa e si prepara ad affrontare Guardiola in amichevole: "Sarebbe bello incontrarci di nuovo in finale di Champions".

Carlo Ancelotti dirige allenamento del Bayern Monaco

437 condivisioni 3 commenti

di

Share

In Germania stanno imparando rapidamente a conoscere Carlo Ancelotti. Il nuovo allenatore del Bayern Monaco non è uno che le manda a dire o che cerca alibi. Così, alla domanda se ritenesse opportuno l’ingaggio di Leroy Sané, il tecnico romagnolo ha risposto senza mezzi termini:

La nostra squadra è già molto buona. Tutte i ruoli sono ben coperti e non abbiamo bisogno di altri giocatori in vista della prossima stagione.

Sul mercato

Nessun problema per il recente (ennesimo) infortunio muscolare di Robben rimediato nell’amichevole contro il Lippstadt, insomma. Carlo Ancelotti preferisce aspettare il talento olandese anziché richiedere rinforzi dal mercato: "Lui resterà fuori sei settimane. Non ne sono felice ovviamente, ma spero di poterlo avere a disposizione per l’inizio della Bundesliga”. L’allenatore non fa drammi nemmeno per l’infortunio muscolare di Douglas Costa, che proprio per questo motivo ha dovuto saltare le Olimpiadi di Rio: “Dovrebbe tornare a disposizione nel giro di 3 settimane”.

Altro caso del momento è quello di Mario Götze, il cui sempre più probabile “clamoroso ritorno” al Borussia Dortmund sta creando non poche critiche nei confronti del giocatore sia in Baviera che in Westfalia: “Fino a oggi non ho ricevuto nessuna comunicazione in merito. È un giocatore del Bayern Monaco e io lo considero come tale”.

La stima per "Pep"

Questa sera, all’Allianz Arena, alle 20.30 andrà in scena il big match Bayern Monaco-Manchester City. Ancelotti si troverà di fronte proprio Guardiola, da cui ha ereditato la guida del club tedesco. L'ex allenatore del Real Madrid aveva già raccontato del biglietto che “Pep” gli aveva fatto trovare, segnale evidente della stima reciproca che c’è tra i due. E un'ulteriore conferma arriva dalle parole dello stesso Ancelotti:

Ho un ottimo rapporto con lui. Entrambi sappiamo quanto sia difficile il nostro lavoro. Guardiola ha fatto benissimo al Bayern. Auguri a lui e la sua squadra il meglio per la prossima stagione. 

Proprio dal Bayern di Guardiola intende ripartire Ancelotti:

I ragazzi non devono dimenticare quanto imparato negli ultimi anni con Pep. Voglio sfruttare le caratteristiche mostrate dalla squadra con lui, quindi la qualità del possesso e la buona organizzazione. Il suo lavoro è stato molto importante, poi è chiaro che ognuno abbia il suo stile di lavoro e io in questa stagione porterò la mia filosofia di gioco.

Appuntamento a Cardiff

Questa idea di gioco, Ancelotti, vorrebbe vederla già nel big match di stasera:

Farò molti cambi e non lascerò giocare a nessuno 90 minuti. Del risultato finale mi interessa relativamente. Quello che conta è che la squadra mostri una buona prestazione e che provi a dare spettacolo. Poi spero di incontrare di nuovo Guardiola e il suo City in futuro, magari a Cardiff (sede della finale di Champions League, ndr) perché significherebbe che la stagione è andata bene sia a noi che a loro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.