Manchester City, Pep Guardiola è indeciso: Bonucci o Stones?

Il neo manager dei Citizens vuole rinforzare la difesa: il difensore della Juve è la prima scelta, il 22enne dell'Everton una valida alternativa.

Guardiola il giorno della sua presentazione all'Etihad Stadium

296 condivisioni 58 commenti

di

Share

Pep Guardiola non lo ha mai nascosto, Leonardo Bonucci è uno dei suoi giocatori preferiti in assoluto. E l'interesse, se vogliamo, è aumentato ancor di più dopo il grande Europeo disputato dal difensore italiano. Il manager catalano aveva deciso di puntare su di lui per ricostruire la difesa del Manchester City, l'idea era chiara: offrire alla Juventus 45 milioni di euro più bonus. Stando a quanto riporta il Mirror, però, la dirigenza inglese non avrebbe trovato un accordo con il proprio allenatore crica i termini economici dell'offerta, invitandolo a guardarsi intorno per individuare valide alternative. In ogni caso, dopo l'uscita dell'Italia dall'Europeo, il City ha comunque effettuato un sondaggio per il giocatore e i bianconeri hanno fatto sapere che l'offerta non deve essere inferiore ai 60 milioni di euro

La cifra non ha fatto desistere Guardiola, che intanto valuta anche altri profili: tra i papabili c'è John Stones, difensore centrale classe '94 dell'Everton, già lo scorso anno al centro dei gossip di mercato per il lungo corteggiamento nei suoi confronti da parte del Chelsea di Mourinho, conclusosi con un nulla di fatto. Il giocatore, a soli 22 anni, ha dimostrato la scorsa stagione di avere le capacità e le potenzialità per diventare uno dei più bravi al mondo nel suo ruolo, guidando la difesa dei Toffees al raggiungimento di due semifinali nelle coppe nazionali ed evitando guai peggiori in un campionato pieno zeppo di delusioni. Anche nel suo caso, però, il costo del cartellino rischia di complicare le cose: 60 i milioni richiesti dall'Everton. 

A questo punto, visto che le due cifre richieste combaciano, è presumibile che il tecnico catalano consideri altri parametri, tra i quali l'età dei due giocatori. Bonucci può portare a Manchester la sua esperienza e il suo carisma, qualità che farebbero comodo e non poco al City, ma ha dalla sua "l'aggravante" dell'età: 29 anni che, vista la cifra richiesta, sembrano troppi. Stones invece ha tutto il tempo per crescere e maturare sotto gli insegnamenti di uno dei migliori allenatori al mondo. Potrebbe essere questa la vera chiave di svolta per la decisione finale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.