Euro 2016, ecco la Top 11 stilata dalla UEFA

Nella formazione stilata dalla UEFA compaiono quattro giocatori del Portogallo, tre della Germania, due del Galles e della Francia. Assente Bale, nessun italiano all'appello.

I migliori undici degli Europei secondo la UEFA

390 condivisioni 120 commenti

di

Share

L'Europeo si è concluso, il Portogallo ha trionfato. Ora è tempo di tirare le somme, guardare ai top e ai flop della competizione e stilare le prime classifiche.

La UEFA ha scelto i migliori undici che hanno partecipato ad Euro 2016 e li ha schierati in formazione. Nel 4-2-3-1, modulo scelto per l'occasione, compaiono ben quattro protagonisti del Portogallo campione, tre tedeschi, due gallesi e due francesi. Incredibilmente lasciato fuori dalla Top 11 la stella che ha trascinato il Galles sino alle semifinali, Gareth Bale. L'Italia invece non è rappresentata: non è stato inserito nessun Azzurro.

In porta

Con i guantoni a proteggere la porta c'è Rui Patricio. L'estremo difensore del Portogallo ha superato anche due mostri sacri come Buffon e Neuer e si è preso il primato. Se i lusitani hanno concluso la competizione da imbattuti, è anche grazie a lui, autore di parate decisive durante tutto l'Europeo. Fondamentale e provvidenziale in finale stoppando ogni tentativo della Francia. Quando sembrava battuto, ci ha pensato il palo ad aiutarlo. Fortuna e tanta bravura, ecco gli ingredienti del suo successo.

Rui Patricio, portiere del Portogallo
Rui Patricio, decisivo per il successo del Portogallo

Portogallo e Germania formano la difesa

La difesa è una questione fra Germania e Portogallo. Due rappresentanti per parte, un terzino e un centrale per uno. A destra spunta il giovane Kimmich - classe '95 - affidabile terzino tedesco che ha sorpreso positivamente: il Bayern Monaco ha l'erede di Philipp Lahm. La coppia Pepe-Boateng protegge centralmente la porta e garantisce fisicità ed equilibrio. Chiude la linea Raphael Guerreiro, il terzino del Borussia Dortmund dall'ottimo sinistro e dall'invidiabile resistenza: copre tutta la fascia offrendo aiuto sia in difesa che in attacco.

Jerome Boateng, difensore della Germania
Il forte centrale del Bayern, Boateng, tra i migliori di Euro 2016

Il centrocampo: un mix perfetto

Mediana divisa tra Allen e Kroos. Aspettando il sostegno degli esterni d'attacco, sono loro che devono coprire e impostare. Si completano perfettamente: il gallese più dinamico e operaio, il forte regista tedesco - per il quale si è mosso il City di Guardiola - abile nell'impostare, vero e proprio "cervello" della squadra. Ma non sono soli, ai lati chiedono manforte a Griezmann e Ramsey, scelti per dare velocità e intraprendenza sulla trequarti. Il gioiellino dell'Atletico - uscito sconfitto per la seconda volta dal personale duello con CR7 - può mettere a disposizione il suo talento e i suoi gol: durante tutto l'Europeo è andato a segno sei volte diventando il capocannoniere del torneo. Payet completa il reparto (tre gol per lui con la Francia) aggiungendo fantasia e imprevedibilità.

Payet e Griezmann, il 7 e l'8 della Francia
Il 7 e l'8: talento e fantasia al servizio della squadra

L'attacco è sulle spalle di Ronaldo

Unico riferimento lì davanti, a fare il "9" senza abbandonare il suo "7". Cristiano Ronaldo non poteva mancare. In questo Europeo è emersa, oltre alla solita classe, la fragilità di un campione che lotta per ciò che ama. Le lacrime versate, la fascia scaraventata sull'erba come segno di resa, attimi che hanno smosso la sensibilità di molti. Da leader in campo a condottiero dalla panchina, senza poter correre, dribblare e segnare come sa. Un leone in gabbia ferito nell'animo. Ma non ha abbandonato la squadra, i compagni per i quali ha sempre combattuto. Ha partecipato da lontano, è vero, ma ancora con più passione e sentimento e alla fine ha pianto. Erano lacrime di gioia, era un pianto intriso d'amore.

Ronaldo leader indiscusso del Portogallo
Ronaldo, uscito per infortunio, incita i compagni dalla panchina

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.