Euro 2016, Portogallo campione. I top e i flop dell'Europeo

Marca ha stilato la classifica dei migliori giocatori degli Europei e di quelli che non hanno mantenuto le promesse. C'è Leonardo Bonucci fra i top.

Portogallo

132 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Portogallo ha battuto la Francia in finale e ha sbancato Euro 2016 al termine di un mese di partite, sfide verbali e sul campo, tattiche, infortuni, polemiche, ma soprattutto spettacolo, un grande spettacolo. Fra i protagonisti, quelli attesi e quelli meno attesi, Marca ha individuato cinque giocatori che hanno dato un contributo fondamentale alla loro squadra e altri cinque che non sono stati all'altezza della situazione.

I CINQUE TOP

Antoine Griezmann (Francia)

L'attaccante dell'Atlético Madrid è stato il faro della Francia. Sei gol in sette partite gli hanno permesso di essere il capocannoniere del torneo e di vincere la Scarpa d'oro degli Europei. La Francia ha volato con le reti di Griezmann, gli è mancato il gol nella finale.

Renato Sanches (Portogallo)

La potenza e i muscoli del Portogallo. A poco più di di 18 anni Renato Sanches è il calciatore più giovane a giocare una finale europea. La squadra di Santos si è retta a lungo sulle sue corse e sul suo gioco fisico e dispendioso. Una grande scoperta.

Pepe (Portogallo)

Una roccia. Il muro di difesa del Portogallo è diventato ancor più grande contro la Francia tanto da essere eletto MVP della finale. Euro 2016 non è stato vinto solo da Ronaldo. Tra i protagonisti c'è a pieno diritto anche il difensore del Real Madrid. Pepe, un leader.

Gareth Bale (Galles)

La semifinale raggiunta dal Galles ha il sigillo di Gareth Bale. Con il fido scudiero Ramsey, l'esterno del Real Madrid ha spinto i Draghi dove pochi pensavano potessero arrivare. Ha segnato in ogni partita della fase a gironi. Tre gol e un assist. Un torneo colossale.

Leonardo Bonucci (Italia)

Il centrale della Juventus ha dato una lezione di difesa in Francia. Nella retroguardia a tre dell'Italia di Antonio Conte, Bonucci ha mantenuto l'ordine, ha tagliato e cucito trame di gioco. I rigori contro la Germania lo hanno penalizzato. 

I CINQUE FLOP

Thomas Müller (Germania)

Uno dei crack annunciati, letteralmente scomparso nei Campionati europei. Ai Mondiali ha segnato 10 gol in 13 partite e nemmeno uno in 11 match agli Europei. In Francia Müller non solo non ha segnato, ma non ha neppure lasciato un minimo segno della sua presenza.

Joe Hart (Inghilterra)

Il portiere inglese è stato tra i peggiori, alimentando la leggenda di sfortuna che lo circonda. Contro il Galles e l'Islanda avrebbe potuto fare molto più per evitare i gol degli avversari. Hart è stato una delusione.

Harry Kane (Inghilterra)

Il capocannoniere della Premier League (24 gol) non ha segnato in Francia. Kane era uno dei cannonieri più attesi a Euro 2016, ma non era in forma e di sicuro l'Inghilterra non l'ha aiutato. Non ha lasciato traccia.

Arda Turan (Turchia)

Dopo essersi messo in mostra nella fase di qualificazione, il fantasista del Barcellona era atteso come uno dei protagonisti. I tifosi della Nazionale di Terim lo hanno fischiato e lo hanno indicato come colpevole del brutto torneo della Turchia. Non ha mai mostrato i suoi numeri magici.

Zlatan Ibrahimovic (Svezia)

Nella sua ultima grande competizione con la Svezia, il neo attaccante del Manchester United non ha avuto alcun ruolo. Nessun gol e praticamente nessuna azione degna di nota. Ibrahimovic, un desaparecido in Francia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.